Un giardino in ogni buca

Marco Ferrari

“Se piantassimo dei fiori in ogni buca, sarebbe come trasformare la strada in un prato” dice Pete Dungey, auto proclamatosi il “Britain’s pothole gardener”, il giardiniere inglese delle buche. Da questo pensiero sono sbocciate le primule che hanno invaso le strade di Oxford, in Inghilterra. La “Guerrilla Gardening” è diventata sempre più comune in Gran Bretagna da quando, il 14 Marzo 2010, le truppe dell’orticoltura hanno ripulito e trasformato in aiuola un angolo degradato di Londra. Dungey guarda entusiasta a questo aumento di interventi verdi e le installazioni che ne derivano, ponendo però nel suo lavoro un enfasi particolare nel sottolineare i problemi delle strade inglesi. “Tutto è iniziato con un progetto chiamato “sovvertire il familiare” dice Dungey, studente all’università di Brighton “il mio scopo era fare qualcosa che potesse attirare l’attenzione e al contempo aumentare la consapevolezza dei problemi odierni. Ho piantato fiori per quindici giorni e la parte migliore di questi interventi è veder crescere il mio lavoro.

Per seguire da vicino il suo lavoro, è possibile consultare il suo sito www.petedungey.com.


Be Sociable, Share!
Fonte: Urban Gardens

Lascia un commento