Green Island 2013 – The Green Bike: il modello olandese

progetto del Fuori Salone dedicato alla slow mobility e al verde di città

Elisabetta Pozzetti

Dal 9 al 14 aprile 2013, nell’ambito del Fuori Salone durante ‘Milano Design Week’, Green Island, progetto decennale ideato dal laboratorio culturale aMAZElab nel 2002 a Milano, presenta The Green Bike, un’iniziativa dedicata alla mobilità dolce ed eco-sostenibile, al verde urbano, al design e creatività.

The Green Bike, realizzato in collaborazione con l’Ambasciata e il Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi a Milano, nasce dall’urgenza di estendere a Milano pratiche e stili di vita eco-sostenibili, indirizzando i cittadini verso modelli virtuosi di mobilità urbana, sull’esempio delle città olandesi. La città presenta infatti grandi potenzialità di sviluppo dell’uso della bicicletta grazie alla sua conformazione pianeggiante e alla sensibilità verso le tematiche ambientali dimostrata dalla cittadinanza, ma sono ostacolate dall’insufficienza delle piste ciclabili e dalla scarsa tutela della sicurezza dei ciclisti.

L’idea progettuale nasce dall’urgenza di estendere alla città di Milano pratiche e stili di vita sostenibili, dal bisogno di intervenire in maniera concreta all’interno della realtà urbana e di offrire stimoli capaci di coinvolgere il pubblico e di indirizzarlo verso modelli virtuosi di mobilità urbana, sull’esempio della ‘best practice’ olandese.
La manifestazione si propone quindi di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importanza sociale ed ecologica di una maggiore diffusione di un mezzo di trasporto a zero impatto ambientale e di un maggior sviluppo del verde urbano, ma anche offrire ai cittadini e ai visitatori un’occasione sia per riscoprire numerosi percorsi poco noti  e le attività presenti sul territorio, sia per confrontarsi con il fior fiore della creatività olandese.
Durante tutta la settimana, si succederanno incontri, iniziative e mostre sull’uso della bicicletta come mezzo di trasporto urbano alternativo, sulle proprietà benefiche delle piante e sui progetti di sviluppo del verde cittadino, come pure diverse iniziative promosse da laboratori artigianali, gallerie d’arte e bookshop all’interno del quartiere Isola.

L’evento aprirà le sue porte al pubblico Lunedì 8 Aprile e durante l’intera settimana il progetto presenterà una serie di mostre, incontri e conferenze, utilizzando spazi esistenti nella città e dedicati alla filosofia della bicicletta. In particolare i tre Bike Stores scelti segnano una sorta di ‘linea verde’ nei tre punti di maggiore passaggio della città: Equilibrio Urbano, zona Isola, Nord Milano; Rossignoli, via Garibaldi, Centro città; Olmo, Piazza Vetra, Zona Sud Milano.

In questi tre spazi saranno presentate opere d’arte e di design legate al mondo della bicicletta, realizzate da prestigiosi designers tra i quali: Jan Gunneweg (con le sue originali biciclette in legno), Max Lipsey (con sculture create da pezzi di biciclette riciclati, e da poco entrato nella prestigiosa collezione del Vitra Museum) e Maarten Kolk (coi suoi lightboxes di immagini dedicate agli alberi e alla mobilità dolce).

Ampio spazio avrà la creatività giovanile. Di fatto tutte le installazioni saranno realizzate da giovani designer e paesaggisti italiani, provenienti dal Polidesign di Milano in progettazione giardini, che avranno il compito di allestire ‘Paesaggi verdi urbani’  nei tre luoghi espositivi. Grazie alla partnership con il Flower Council of Holland, l’allestimento sarà realizzato utilizzando speciali tipologie vegetali dotate di proprietà fonoassorbenti e anti inquinanti testate dalla NASA. Partendo dal presupposto che l’estetica e la ricerca di un ambiente urbano a misura d’uomo incontrano l’esigenza di un accrescimento delle aree verdi cittadine, il progetto offrirà al pubblico un’idea di spazi verdi inedita, installazioni capaci di unire il design alle proprietà benefiche delle piante. Saranno presentate piante fonoassorbenti che integrano il muschio con specie vegetali particolari, e altre varietà di piante in grado di purificare l’aria come la Felce di Boston, l’Areca, l’Anturio, l’Edera variegata. 

Nell’ambito dei vari incontri, sarà presentato il progetto della futura pista ciclabile che collegherà il centro della città con l’area Expo 2015. Oltre all’intervento per l’istituzione di Orti Comunitari nel recupero di spazi verdi urbani in disuso, sull’esempio di altre città europee. Al fine di coinvolgere e stimolare il più possibile il pubblico cittadino, ogni giorno saranno organizzati vari ‘Bike Tours’, percorsi in bicicletta ideati in collaborazione con le associazioni Città Nascosta Milano e Inner Design, guidati da storici dell’arte o designers, per mostrare giardini nascosti, studi di creativi, aneddoti e racconti della Milano meno nota.

 


Be Sociable, Share!

I commenti sono chiusi.