Abutilon megapotamicum

Sappiamo che il Brasile, territorio immenso esteso fra il Tropico del Capricorno e l'Equatore, gode di precipitazioni abbondanti e di temperature invernali molto miti. Le piante ornamentali di cui è ricco appaiono perciò difficilmente proponibili nei giardini mediterranei, a meno che non si abiti...
Continua a leggere...

 

Ceanothus thyrsiflorus repens

La particolare conformazione dei giardini mediterranei ha dato un'impronta particolare ai giardini popolari del centro-sud della penisola, dai quali possiamo ricavare idee interessanti. Ma alla sommità dei muretti e sui lati delle scale e scalette che collegano le zone pavimentate, c'è bisogno...
Continua a leggere...

 

Convolvulus sabatius

Del Convolvulus sabatius, chiamato comunemente C. mauritanicus, si parla troppo poco. È vero lo vediamo sui bancali dei vivaisti ogni anno in primavera, eppure bisognerebbe mostrare che cosa è capace di fare da adulto quando è piantato in piena terra; ma purtroppo l'idea di costruire...
Continua a leggere...

 

Amelanchier

Quando i primi colonizzatori europei sbarcarono sulle fertili coste atlantiche nell'America del Nord, trovarono molte piante spontanee dai frutti eduli coi quali cibarsi, ma le cose diventarono molto più difficili quando, lasciati i loro insediamenti costieri, si mossero verso I'Ovest attraverso le...
Continua a leggere...

 

Giardino mediterraneo: dieci piante insolite

L'estrema luminosità, la forte insolazione estiva durante lunghi periodi di siccità e i venti impetuosi che spirano con insistenza soprattutto nelle stagioni intermedie, sono gli elementi più importanti da tenere presente quando ci si accinge a creare un giardino mediterraneo. Affascinati dalla...
Continua a leggere...

 

I primi a sbocciare

Le bizzarre vicende meteorologiche degli ultimi inverni, non solo in Italia ma in tutta Europa, hanno sconvolto alcune nostre abitudini ormai inveterate. Non più la tradizionale successione 'piogge autunnali - neve a Natale - gelo invernale - primi tepori a marzo/aprile', ma un po' di freddo a...
Continua a leggere...

 

Camellia reticulata: ibridi e cultivar

Tra le 267 specie di camelia sino a oggi scoperte e classificate spontanee - in un vastissimo areale asiatico compreso fra l'India e il Giappone e poi ancora fino alle Filippine e all'Indonesia - solo una manciata può vantare il privilegio di aver dato vita a centinaia o migliaia di forme...
Continua a leggere...

 

Camelie a fiore doppio

Sulla storia della camelia si è detto e scritto tanto che, con ogni probabilità, ben poco è rimasto da scoprire. Nell'ansia di reperire novità informative con le quali infiorare le pubblicazioni sull'argomento, si è scavato anche nella vita privata di quei personaggi ormai mitici, il cui nome...
Continua a leggere...

 

Camelie invernali

Se le vicende relative all'introduzione in Europa e alla coltivazione delle camelie sono assai complesse, non meno intricata risulta la storia della loro classificazione e, di conseguenza, delle molteplici denominazioni proposte dai varibotanici. Per avere notizie precise su date e nomi, è meglio...
Continua a leggere...

 

La popolarità della Camelia

La “Camelia” prende il nome da George Kamel, un gesuita missionario che importò la pianta in Europa di ritorno dai suoi viaggi in Cina, Giappone e India, nel 1740; ed è nota, simbolicamente, anche come la rosa del Giappone. Delle innumerevoli varietà coltivate in Giappone, solo alcune hanno un...
Continua a leggere...