Famiglia: Rutaceae.
Specie: sono circa 100 le specie di questo genere di arbusti o suffrutici, tutti dell'Australia, delle quali alcune interessano la floricoltura. Il loro portamento assomiglia alle eriche.

  • B. alata Smith – 1823. Alta fino a 80 cm. Foglie composte. Fioritura da marzo a maggio. Fiori rossi.

  • B. anemonaefolia Cunningam – 1824. Foglie composte da stretti- segmenti. Fiori rosa.

  • B. heterophylla Hooker – 1881. Foglie a forma variabile, semplici e anche composte. E' la specie più importante e più bella. Fioritura abbondante a primavera.

  • B. megastigma Nees – 1873. Pianta nana, foglie lineari, fiori color porpora.

  • B. pinnata Smith – 1794. Alta 70 cm circa. Foglie composte di 5, 7, 9 segmenti. Fiori rosa porpora a primavera.

  • B. polygalaefolia Smith – 1824. Foglie alterne o verticillate, interne. Fiori rossi.

  • B. serrulata Smith – 1816. Foglie trapezoidali, pianta nana. Fiori rossi a primavera, molto fiorifera.

  • B. tetrandra Labillardiere – 1824. Rami vellutati, foglie intere, opposte. Fiori rosa.

Boronia megastigma, varietà 'Chandleri'

Moltiplicazione
Boronia si propaga facilmente per seme. Anzi, se le piante sono tenute in piena terra da marzo fino alla fine di luglio e se i vasi sono affondati in un substrato fertile, si vedranno nascere spontaneamente una grande quantità di giovani piante.
Ma di solito si preferisce fare la moltiplicazione per talea in quanto si ottengono piante più k piccole e ben accestite che arrivano ad una grandezza commerciale almeno un anno prima di quelle da seme. Le talee si fanno d'estate con rametti semi-legnosi dell'annata. I rametti sono molto sottili e quindi si adoperano vasetti del 6, riempiti di un substrato formato da due parti di sabbia e una di torba, nei quali si possono mettere 5-6 talee insieme. Queste si devono sistemare ai margini del vasetto, in quanto per radicare richiedono molte spruzzatore ma temono l'eccesso di umidità. Dopo un mese le talee sono radicate e vengono invasate singolarmente in vasi del 6 impiegando il terriccio che si dirà.

I caratteristici fiori color porpora di B. megastigma  

Boronia pinnata in fioritura

Coltivazione
Sono delle graziose piante a fioritura primaverile e non si comprende perché siano così poco coltivate. Nella mia lunga carriera l'ho vista coltivare in Italia solo da due ditte. Richiedono un substrato formato da due parti di terra d'erica e una parte di torba e letame sfatto e seccato; al tutto si aggiunge un po' di sabbia. Dal vasetto del 6 si trapiantano nel vaso del 10 e quindi nel vaso del 14 quando le piante sono abbastanza cresciute. Da ottobre le piantine si tengono in serra; ma hanno bisogno di molta aria. A primavera inoltrata, cioè subito dopo al fioritura, vanno potate energicamente. Occorrono 18-20 mesi di coltura per ottenere dalla talea una pianta commerciabile.

Temperatura – Luce – Umidità
Boronia vuole lo stesso trattamento in serra riservato alle azalee.