Uno scorcio del Giardino delle Rose cui fanno da sfondo le chiome argentate degli olivi ed il verde carico dei pini

Anche quassù è Chianti dove alligna la vite generosa di vino generoso e dove lo schianto del tuono corre rotolando sul cielo altissimo delle valli. In quest’angolo ha preso a respirare, delicato, “Il Giardino delle Rose”: rose antiche e classiche di Peter Beales. Lo hanno creato e lo allevano con materno affetto, a specchiarsi nelle acque di un lago artificiale, Anita Buccianti e Maria Giulia Cimarelli, su progetto dell’arch. Maria Chiara Pozzana, loro consulente.
Quassù l’essere umano si sente più vicino a quella “milizia santa” che si mostrava a Dante “In forma dunque di candida rosa”. Ma perché un Giardino di rose inglesi?
Questa la risposta, molto puntuale e franca, delle due realizzatrici:
Il Giardino delle Rose è il risultato della nostra collaborazione fraterna e del nostro desiderio di far conoscere e trasmettere l’amore per le rose antiche. Il progetto è l’avverarsi di una idea nata dalla lunga e affettuosa frequentazione di amici anglosassoni e dalla progressiva comprensione del loro amore ed interesse per i fiori e per la natura in genere. Tale rapporto di conoscenza è stato possibile anche perché entrambe abbiamo insegnato per anni Lingua e Letteratura Inglese nei Licei fiorentini.
Da questa abituale familiarità coi mondo anglo-sassone è nata, prima la conoscenza, poi l’affettuosa amicizia con Peter Beales, il rosaista della Casa Reale Inglese, che è diventato il nostro fornitore e consulente per la coltivazione e la vendita delle rose antiche presso il pubblico italiano, che ama ed apprezza questo fiore particolare. Al Giardino è annesso un vivaio, ricco di una prima collezione di oltre 180 varietà di rose, da noi scelte fra le più belle e le più profumate di Peter Beales
”.

Un vialetto bordato di rose antiche

Il Giardino è aperto tutti i lunedì, mercoledì, venerdì e sabato: varia l’orario secondo i mesi, sì che da marzo a settembre le visite si effettuano dalle 9,30 alle 18, mentre da ottobre a febbraio l’orario va dalle 9,30 alle 16, l’indirizzo è via Palastra 27, cap. 50020 Chiesanuova (Fi), tel. e fax 055-8242388.

COME ARRIVARCI:
Da Firenze: via Cassia Sud fino al Galluzzo, cento metri dopo il semaforo, sulla destra la strada per Montespertoli e, dopo appena 7 km si arriva a Chiesanuova.

Dall’autostrada A1 Milano Roma: uscita al casello di Firenze Certosa, superstrada Firenze – Siena con uscita allo svincolo per San Casciano Vai di Pesa nel cui centro si trova il bivio per Chiesanuova.

Dalla superstrada Livorno – Firenze: uscita a Ginestra Fiorentina, prosecuzione per Cerbaia dove si trova il bivio per Chiesanuova.

Dalla Vai D’Elsa: Castelfiorentino – Montespertoli – Cerbaia oppure Certaldo – Fiano – San Casciano Val di Pesa.