Tutti gli immobili costruiti dopo il 31 dicembre 2018 dovranno essere “Zero Energy“.

“Zero Energy”, secondo le definizioni del Parlamento Europeo, è un edificio per il quale “come risultato di un livello molto alto di rendimento energetico dell’immobile, il consumo totale annuale di energia primaria è uguale o inferiore alla produzione energetica ottenuta in loco con le energie rinnovabili”.
A partire dal 31 dicembre 2018 ogni edificio dovrà, quindi, essere costruito non solo secondo criteri di efficienza energetica, ma anche essere in grado di autoprodurre l’energia di cui ha bisogno.

Tutto ciò è conseguenza delle modifiche alla direttiva comunitaria 96/2002/CE sul rendimento energetico nell’edilizia approvate dal Comitato Industria Ricerca Energia, ITRE, del Parlamento Europeo.
Alcune novità sono previste anche per gli edifici costruiti prima del 31 dicembre 2018. Le nuove prescrizioni che saranno approvate definitivamente nella prima metà del mese di maggio.

Il testo approvato dal Comitato Industria Ricerca Energia, ITRE del Parlamento Europeo si trova a questo link.