Tra i 20 invitati a partecipare al concorso NEXT-GENE, bandito dalla società immobiliare Genuine Development, non poteva mancare lo studio MVRVD. L’obiettivo da raggiungere era quello di progettare ville per la Northeast Coast National Scenic Area (situata  a 50 minuti da Taipei).
Il progetto richiedeva di trovare il modo di dialogare con il paesaggio; richiesta particolarmente difficile da esaudire quando, come in questo caso, si tratta di progettare abitazioni in uno splendido parco naturale affacciato sull’oceano pacifico; quando, come in questo caso, si voleva superare il comune concetto abitativo, affinché la necessaria identità di ciascun ambiente fosse rispettato senza nulla togliere alla collettività.
Nel progetto presentato in questa occasione,  lo studio olandese ha saputo creare un’abitazione in grado di offrire praticamente, ma anche e forse ancor di più simbolicamente, riparo senza  chiudere i contatti con l’ambiente circostante.
La casa si apre, infatti, alla natura e la natura entra a far parte della casa; cielo, suolo ed orizzonte fungono da pavimenti, soffitti e pareti  in un gioco di ambienti mescolati tra loro in modo da sorprendere gli ospiti rivelando loro, poco a poco, spazi nascosti senza compromettere, in alcun modo, la  ricchezza naturale del luogo.