I ricercatori Shiseido, coinvolti negli studi sulle fragranze, hanno diviso la fioritura della rosa in quattro fasi – gemmazione, inizio fioritura, metà fioritura, piena fioritura – ed hanno effettuato analisi qualitative e quantitative sul contenuto aromatico in ciascuna fase di crescita. Prendendo tre petali da ciascun fiore, hanno studiato quando la fragranza diventa più intensa.
Hanno scoperto che le gemme contengono un'alta percentuale di dimethoxymethylbenzene, pertanto la freschezza della nota verde è maggiormente presente. Nei primi minuti della fase iniziale di fioritura, dolcezza e freschezza convivono in armonia, creando una raffinata profumazione.
Ma nella fase di mezza fioritura, quando il fiore è considerato al massimo della sua bellezza, il livello della fragranza è risultato già in calo. Pertanto, oggi sappiamo che la fragranza della rose raggiunge il livello massimo di intensità all'inizio della fioritura.