La frutta ornamentale non è niente di nuovo, sono a tutti familiari le classiche pesanti zucche cresciute in giardino. Lasciate in un piatto o come soprammobile restano li a lungo. Sul mercato tuttavia è possibile trovare altri prodotti, altri frutti che si prestano ad essere utilizzati per creare interessanti decorazioni. Un esempio ci viene dall’Olanda dove già da qualche tempo alcuni produttori offrono frutti ornamentali anche di piccole dimensioni proposti come decorazioni miste in cassetta.
I frutti differenti nella loro forma e attraggono per la vivacità dei colori: verde , rosso, nero, giallo, a righe o ricoperti di protuberanze bizzarre. Hanno un alto valore decorativo e possono essere inseriti in un vaso molto alto, ovviamente senza acqua , o come parte di un bouquet Biedermeier.
Questa frutta ornamentale dura a lungo e può essere conservata per moltissimi mesi, soprattutto in ambienti secchi e caldi. L’unico rischio è che si secchi troppo, e lentamente si scolorisca.
Ricordatevi che non si tratta di frutta commestibile. Tra i prodotti più diffusi sono: Solanum annuum ‘Balloon’ , Solanum nigrum ‘Huckleberry’, Solanum aethiopicum , Cucumis hirsutus, Cucumis dipsaceus, Cucumis africanus e Cucumis mycrocarpus.

Consigli per la cura

Più la frutta è stata fatta maturare più a lungo durerà. La frutta secca ancora di più. Le zucche autunnali ed invernali durano moltissimi mesi. Bisogna comunque avere alcune cure al momento della raccolta e del trasporto, perché ogni piccolo danno la inficia completamente. La durata aumenta se da fine settembre a inizio ottobre, viene tenuta all’esterno a circa 10°C.