Il messaggio di conoscenza custodito tra le pergamene del Tractatus de herbis (Egerton ms. 747) è tutto legato al mondo vegetale.
Accanto agli originali precetti di Materia medica riportati nel testo, il ruolo dell’ illustrazione e di quella botanica in particolare è, come in pochi altri testi analoghi, decisivo, autorevole, originale ed anche, in parte, indipendente dallo scritto.
L’Erbario, che oggi è custodito presso la British Library di Londra, appartiene al filone dei numerosi trattati figli dell’opera originale salernitana comunemente conosciuta con il nome di Circa instans. Esemplato tra la fine del XIII e l’inizio del XIV secolo, da recenti studi appare che anche l’illustrazione sia stata realizzata in uno scriptorium non lontano da Salerno.

Imago plantae, in questa sua seconda edizione, desidera semplicemente evidenziare tale lavoro illustrativo enucleandolo dal contesto della narrazione scientifica, ridisegnandolo in nove specie vegetali rappresentative, nelle sue forme e nei suoi colori originali per rappresentare quanto di straordinariamente scientifico è custodito in queste forme e in questi colori.
Ciò grazie al sapiente lavoro grafico di Daniela Brancatelli.
La mostra intende inoltre abbinare, nello spirito di curiosità scientifica e di attenzione per il particolare tramandataci dell’Egerton ms. 747, un ulteriore sguardo d’amore di Gianpaolo Marziano che indaga, attraverso lo strumento fotografico, nelle meraviglie delle stesse forme vegetali non svelate.

www.giardinodellaminerva.it