Il workshop Paesaggi dell’agricoltura e turismo sostenibile contempla una serie di apporti teorici giornalieri (lezioni degli autori attinenti il tema) e si svilupperà in tre fasi pratiche: conoscenza ed interpretazione del luogo (visione dei materiali e dell’area; elaborazione del progetto (singolarmente o in gruppo); dibattito e presentazione delle proposte.

Esiste un intrinseco e strutturato rapporto tra la produzione agricola italiana e i paesaggi delle sue regioni di origine, la cui vita dipende proprio dal delicato equilibrio tra mantenimento della loro struttura e sostenibilità economica della produzione. Con l’insieme delle solide relazioni sociali instaurate da generazioni e con la storia della cultura materiale locale, la potenzialità di una agricoltura multifunzionale, in grado di offrire beni e servizi integrati all’attività produttiva, concorrono alla tutela e alla creazione di paesaggi unici che rappresentano per il nostro paese un vero e proprio giacimento, una risorsa economica da spendere in grado di promuovere lo sviluppo di turismo etico e di forme di produzione sostenibili. Ma come il diffondersi di nuovi modelli culturali che privilegiano la produzione agricola tradizionale, le filiere corte e il turismo consapevole possono tradursi in approcci politici e soprattutto in temi concreti di progetti per la tutela e la valorizzazione di paesaggi?

Il workshop fa parte del programma di Master in Architettura del Paesaggio e di Formazione Permanente della UPC di Barcellona/ACMA Milano. Si configura come un corso intensivo di perfezionamento ed aggiornamento rivolto a: diplomati, studenti e laureati nelle discipline di carattere tecnico-scientifico legate alla gestione del territorio (architettura, architettura del paesaggio, ingegneria, scienze ambientali, scienze naturali, scienze agrarie e forestali, beni culturali, antropologia, sociologia, urbanistica, scienze e politica del territorio ecc.). In particolare è indicato al personale, ai collaboratori e ai consulenti dei parchi e delle soprintendenze, agli studi professionali che operano nelle progettazione ambientale. Le iscrizioni verranno raccolte fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto.

 

R.B.