Il parco del Castello di San Pelagio è ricco di elementi di pregio ed inusuali.  Il giardino di rappresentanza è arricchito da un pregevole roseto che vanta 200 varietà per circa 1000 esemplari e di due labirinti verdi. Inoltre, un giardino segreto è ospitato all’interno delle mura del Castello. Il Giardino Segreto è ricco di cipressi, tassi, tigli secolari, una lagestroemia ultracentenaria, un vecchio diospiro dall’intensa produzione di frutti, viburni, ibischi, oleandri, la lippia citiodora, clematidi, gelsomini, lavanda, passiflora e ancora rose.

Dal giardino di rappresentanza ci si incammina lungo la carpinata, un viale di carpini centenari potati a tunnel. Dalla sua sommità si gode il panorama dell’antica peschiera e del campo da cui la mattina del 9 agosto 1918, D’Annunzio e la squadriglia della Serenissima, partirono per il famoso Volo su Vienna.

 

I richiami tematici  classici e dannunziani del giardino sono sapientemente sviluppati in relazione al Museo del Volo (oltre trenta stanze dedicate alla storia dell’aviazione, dai primi prototipi di Leonardo da Vinci al “folle volo” di D’Annunzio nel 1918) ospitato presso alcune sale del Castello – Villa Zaborra. Il Museo è stato ideato e creato dalla Contessa Avesani Zaborra, che è anche l’attuale direttrice. L’organizzazione didattica del museo riserva una particolare attenzione ai bambini, ai quali è dedicato un percorso coinvolgente e dinamico.

 

Nei giardini del Castello di San Pelagio ha trovato posto recentemente anche il “Viale degli Eroi” dove vengono messe a dimora “piante aeronautiche” come l’alloro che, dedicato a D’Annunzio, ne ricorda la grande opera poetica, il frassino dedicato al conte da Schio che usava nella costruzione dei suoi dirigibili e molti altri.

Le strutture peculiari ed in più la presenza di due elicotteri e un Aereo Texan T6 nel giardino fanno del Castello di San Pelagio un esempio unico del patrimonio paesaggistico e culturale italiano, che Grandi Giardini Italiani promuove con il suo network.


Per maggiori informazioni: www.grandigiardini.it Sezione Eventi oppure tel. 031-75621