Tra gli argomenti trattati si è dibattuto sulle strategie innovative per combattere le malerbe in orticoltura con prodotti sempre più compatibili e in sintonia con tecniche e coltivazioni agricole sostenibili, a significare che il rispetto per l'ambiente e la biodiversità sono valori che si stanno sempre più facendo strada.

Nel corso dei lavori il tema di fondo Strategie di diserbo delle colture orticole è stato meglio definito nella traccia della ecocompatibilità.

L'attenzione, in sostanza si è focalizzata in particolare sulla gestione della flora infestante ai fini di ottenere prodotti sani in un ambiente sano. La qualità dei prodotti, in altri termini, viene rapportata alla qualità dell'ambiente e la stessa valutazione delle nuove molecole pulite viene fatta alla luce dell'impatto sulla biodiversità.

Sono anche state affrontate le problematiche specifiche del diserbo in relazione alle colture orticole. Si tratta di fare attenzione – ha sottolineato Federico Nadaletto di OPO Veneto – anche alla biodiversità che non si vede (funghi, batteri, microbiologia in generale) e che va salvaguardata da prodotti che potrebbero nuocere. E' un'attenzione che stanno avendo le stesse multinazionali del settore. Il convegno di Bevilacqua è stato promosso dalla Sipcam Italia, società di prodotti chimici per l'agricoltura, che ha presentato le sue novità messe a punto per un diserbo vincente da raggiungere praticando strategie adeguate ed equilibrate e tenendo conto della tipologia dei terreni