Ogni giorno vengono tagliati migliaia di alberi in tutto il mondo per produrre legno e truciolato. Un’attività necessaria ma sempre più delicata nel nostro sovrappopolato e inquinato mondo, di cui gli alberi sono ottimi infermieri.

Un progetto sperimentale dell’Agenzia spaziale europea, ESA, con l’irlandese Treemetrics promette di ottimizzare la raccolta di alberi, in base alle destinazioni d’uso, valutando il diametro del fusto, la presenza dei nodi e altri fattori determinanti, sruttando la comunicazioni satellitari.

Un sistema ibrido mobile-satellite permetterà di valutare in tempo reale se un albero debba essere tagliato e come.
Un apparato Laser 3d osserva l’albero, lo cataloga e manda al valutatore i suoi parametri. Questo a sua volta informa la macchina disboscatrice e il suo conduttore sul da farsi.

Un bel progresso rispetto a oggi, quando prima si abbatte e solo dopo si valuta.