Il Programma di Sviluppo Rurale del Veneto ha finanziato con 2 milioni di Euro complessivi la Misura 223 “Imboschimento di terreni non agricoli”, finalizzata al miglioramento dei suoli mediante formazioni forestali e arboricoltura da legno.

“Con questa iniziativa – ha fatto presente l’assessore regionale all’agricoltura – puntiamo a sostenere la difesa del suolo, l’assorbimento di anidride carbonica, la diversificazione delle attività agricole tradizionali, la riqualificazione del paesaggio agrario e la ricostituzione di ambienti naturaliformi, la diminuzione dei contaminanti presenti nel suolo e l’uso sostenibile delle risorse idriche”.

La misura sostiene finanziariamente la realizzazione di boschi permanenti, di fustaie a ciclo medio – lungo, di impianti a ciclo breve, di impianti ad alta intensità per il disinquinamento dell’acqua e di impianti ad alta densità per la ricarica delle falde.

“Con tali interventi – ha aggiunto l’assessore – sarà possibile anche contrastare la degradazione del suolo dovuta all’erosione e allo stesso tempo valorizzare il paesaggio.”

Le domande di aiuto andranno presentate ad Avepa entro il 29 giugno prossimo.