Correttivo calcico e magnesiaco. Prodotto residuo della fabbricazione delle calci. Può contenere ossidi, idrossidi, carbonati di calcio e di magnesio e ceneri di carbone. Titolo minimo: 40% CaO + MgODefinizione tratta dalla normativa vigente (D. Lgs. 217/2006)