Pianta o porzione di pianta i cui tessuti sono costituiti da due o più tipi di cellule con corredo genetico diverso; essa può derivare da mutazione gemmaria o, più raramente, in corrispondenza del punto di innesto, dalla concrescenza di cellule dei due bionti; in questo caso essa è nota impropriamente con il nome di «ibrido d’innesto»