Tipo di lavorazione profonda eseguita su un terreno che non è mai stato interessato da coltivazioni oppure su un terreno rimasto incolto per un lungo periodo di tempo. Lo scopo è quello di rompere la compattezza del terreno anche in profondità e creare le condizioni fisiche adatte a permettere le successive lavorazioni e l’approfondimento delle radici delle piante. La lavorazione si esegue con aratri monovomere o aratri da scasso, trainati da trattori cingolati in grado di sviluppare elevate forze di trazione. In condizioni difficili si può fare ricorso anche alle macchine per movimento terra