Tecnica di moltiplicazione "in vitro" che induce nelle piante la formazione e lo sviluppo di cellule somatiche attraverso gli stadi embriologici caratteristici,senza la fusione dei gameti. Tale fenomeno può essere indotto sia direttamente,in cellule appartenenti ad una struttura differenziata (foglie, stelo, radici, cotiledoni ecc.) sia indirettamente in calli allevati su un mezzo di coltura