Sostanza fungitossica, in genere di natura fenolica, che viene prodotta dalle piante normalmente dopo una infezione. Va tuttavia sottolineato che la sintesi e l’accumulo di fitoalessine e di altri composti fenolici non è indotta solo da patogeni, ma può essere stimolata anche da cause abiotiche, quali lesioni chimiche e meccaniche. Le piante manifestano una potenziale capacità di sintetizzare tali sostanze e le infezioni fungine; in pratica, ne stimolano un più attivo ritmo di sintesi ed il loro accumulo. La condizione necessaria perchè una pianta possa risultare resistente ad una infezione, è pertanto quella di produrre una quantità tale di fitoalessina da superare la soglia di tollerabilità del fungo. Per contro, la suscettibilità alla infezione viene attribuita sia alla incapacità da parte della pianta a produrre fitoalessine, sia alla tolleranza del fungo nei riguardi di quella particolare fitoalessina prodotta dalla pianta stessa.