Tecnica con la quale si attua la sterilizzazione del terreno con l’impiego dell’energia solare. Dopo aver preparato, sistemato ed irrigato il terreno, questo va poi coperto con un film sottile di materiale plastico trasparente, mediamente per un periodo di 40-45 giorni. L’operazione, che può essere attuata sia in pieno campo che in ambienti chiusi (es. serre), deve aver luogo durante i mesi più caldi dell’anno (da metà giugno a metà settembre). Con la solarizzazione, producendosi temperature non elevate, si induce l’eliminazione degli agenti termolabili e l’indebolimento di quelli resistenti al calore, mentre si salvaguarda la flora antagonista in quanto termotollerante.