A Torino nel 2016 il Congresso Internazionale degli Architetti del Paesaggio

La Città di Torino si è aggiudicata l'organizzazione della 53ma edizione del Congresso dell'IFLA (International Federation of Landscape Architects) nel 2016



Torino-IFLA-Congress-2016La notizia giunge direttamente da Cape Town, in Sudafrica, dove è in corso in questi giorni l’edizione 2012 del congresso e dove la delegazione di AIAPP (Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio) si è recata, insieme all’assessore torinese all’Innovazione, Sviluppo e Sostenibilità Urbana, Enzo La Volta per presentare la candidatura di Torino.
Torino, comunica l’assessore, ha ricevuto la maggioranza assoluta dei voti, sbaragliando la concorrenza delle altre città candidate (Istanbuls su tutte), è quindi stata scelta come destinazione ospite dell’International Federation of Landscape Architects (IFLA) World Congress 2016, che si svolgerà probabilmente al Centro Congressi Lingotto e porterà in città circa 3.000 delegati.
La candidatura, promossa dall’AIAPP, è stata presentata dal Servizio centrale attività internazionali e dal Servizio urbanizzazioni del Comune di Torino con il supporto di Turismo Torino e Provincia Convention & Visitors Bureau.

Torino, già nel 2008 capitale del Design, si afferma ora città particolarmente attenta all’architettura del paesaggio, anche in virtù delle bellezze naturali che la circondano e al patrimonio culturale d’eccezione del Piemonte, che vanta due siti Unesco Patrimonio dell’Umanità (le Residenze sabaude e i Sacri monti del Piemonte) e due nella lista dei candidati (Ivrea e il distretto Langhe, Roero, Monferrato). Portare a Torino l’IFLA World Congress significa porre all’attenzione degli specialisti del paesaggio quanto è stato fatto e quanto si intende ancora fare per promuovere le attrattive storiche e naturali del territorio.
In un videomessaggio il Sindaco Fassino ha sottolineato il valore della candidatura di Torino al Congresso come parte di un percorso di rinascita e riqualificazione della città, nonche’ il rilievo del turismo congressuale e degli eventi nell’economia cittadina.