Architettura sostenibile e florovivaismo a confronto in un evento internazionale

Notevole successo per la seconda edizione di High Green Tech Symposium

Oltre trecento persone hanno seguito il convegno internazionale "A Sustainable Beauty – High Green Tech Symposium 2010" svoltosi il 19 marzo 2010 nel Salone d’Onore della Triennale di Milano. Il convegno, patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali è stato organizzato da Promoverde, Nemeton High Green Tech Magazine, Sistemi Editoriali Esselibri Simone in collaborazione con Unacoma Service e Legambiente nel contesto della mostra Green Life.

Per la prima volta l’architettura ecologica si è trovata a dialogare col sistema del florovivaismo italiano, un confronto che ha reso visibile come il “verde”, di cui si parla tanto ultimamente, coincida con un settore che fa parte dell’eccellenza italiana tanto quanto il design, l’architettura e la moda.

Durante la giornata si sono ascoltati maestri internazionali come Lucien Kroll, che ha introdotto l’idea di “incrementalismo”, dove l’architettura cresce lentamente, nel corso del tempo, con tempi e modi che sono vicini ai sistemi naturali. Marcel Kalberer ha mostrato le sue costruzioni fatte in salice, veri edifici viventi che si sviluppano con i tempi delle stagioni e vengono realizzate in autocostruzione. Massimo Iosa Ghini ha illustrato il progetto del People Mover, un sistema di trasporto che collegherà l’aeroporto di Bologna con la città progettato interagendo con elementi vegetali.

La giornata è proseguita con agronomi, biologi e i maggiori rappresentanti del florovivaismo italiano, che hanno avuto modo di confrontarsi sul tema della bellezza sostenibile in un tavolo di lavoro realmente multidisciplinare.

 

A SUSTAINABLE BEAUTY – HIGH GREEN TECH SYMPOSIUM 2010

Venerdì 19 marzo 2010 – Triennale di Milano, Salone d’Onore – ore 9,30 – 18,00

Organizzazione Promoverde, Nemeton High Green Tech Magazine, Sistemi Editoriali Esselibri Simone

In collaborazione con Unacoma Service, Legambiente

Con il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali