Cardiospermum halicabum

Evidente l'origine greca del nome, che letteralmente significa "seme a cuore" e che deriva dalla macchia bianca a forma di cuore che si trova sui semi rotondi e neri. Per tale motivo in passato la pianta era ritenuta efficace nella cura delle malattie cardiache. L'attributo specifico è l'antico nome latino dato alla  Utricularia, cui la specie somiglia. In alcune regioni dell'Asia le foglie hanno una destinazione alimentare.

Inquadramento botanico e descrizione
Appartiene alla famiglia delle Sapindaceae, pianta erbacea, perennante, raggiunge oltre i 3 m di altezza e riesce ad ancorarsi ai sostegni grazie a viticci opposti che si originano all'altezza dell'infiorescenza. Presenta steli scanalati; foglie alterne composte; foglioline glabre allungate o acuminate, profondamente dentate, fiori zigomorfi, piccoli, bianchi, lunghi circa 0,6 cm, riuniti in corimbi ascellari; 4 sepali e 8 petali, 8 stami, ovario triloculare, capsula membranosa, quasi globosa formante tre angoli, molto gonfia, di circa 2,5 cm, pubescente.

La presenza contemporanea di frutti a diverso stadio di maturazione rappresenta uno degli aspetti più interessanti sotto il profilo ornamentale.

Esigenze
La specie rifugge dalle temperature invernali molto rigide e non tollera le gelate. Nei climi più freddi si comporta come annuale. Richiede terreno fertile e ben drenato e si adatta meglio a posizioni di pieno sole. Elevate le esigenze idriche nel periodo estivo.

Propagazione
Avviene per seme all'inizio della primavera. La semina può essere effettuata direttamente a dimora o in semenzaio. La temperatura ottimale di germinazione è di 18-21 °C; la germinabilità è di solito buona e l'emergenza avviene dopo circa 3 settimane dalla semina.

Cure colturali
Si limitano di solito alle irrigazioni nel periodo estivo, all'uso di sostegni per permettere alla pianta di arrampicarsi ed alla eventuale eliminazione di vegetazione senescente.

Caratteristiche ornamentali
Più che le caratteristiche del fogliame e dei fiori, maggiore interesse suscitano, da un punto di vista ornamentale, le capsule a forma di palloncini o minuscoli lampioni. Tali capsule cominciano a formarsi nel mese di luglio; a causa della scalarità di fioritura sulla stessa pianta è possibile osservare fiori e frutti in diverso stadio di maturazione.

Particolare dei semi che evidenziano la caratteristica macchia a forma di cuore

Tipologie di utilizzazione
E' una pianta molto interessante perché forma rapidamente una copertura leggera particolarmente adatta a rivestire graticci, arcate e recinzioni, anche se la vegetazione, non particolarmente fitta, lascia intravedere la struttura di sostegno. La specie, nonostante l'indubbio valore ornamentale, non è tuttavia molto diffusa in coltura.

Denominazioni comuni
Inglese:Ballon vine, heart pea, winter cherry.
Francese: Pois de coeur.
Dove Trovarla
Anna Peyron Distributrice Semi Thompson e Morgan – Cascina La Custodia S. Genesio, 10090 Castagneto Po (TO) – Tel. 011/912982.