Ciclamino, fiore invernale per gli esterni

Da Roma un esempio di arredo urbano invernale, colorato e natalizio

Troppo spesso non ci accorgiamo del volgere delle stagioni; nei supermercati è possibile trovare frutta e verdura in tutto l’arco dell’anno e quindi il cittadino è legittimato, oggi, a pensare che anche nei giardini, ed in particolare in quelli pubblici, sia possibile, se non doveroso, avere piante fiorite tutto l’anno. Dalla primavera fino al medio autunno non vi è difficoltà a trovare specie capaci di abbondanti e preziose fioriture. Il problema emerge invece quando si pretende di mantenere aiuole fiorite anche durante i mesi più freddi. Il ciclamino (Cyclamen persicum) può oggi dare un valido aiuto. Nato per fiorire all’ombra degli alberi, selezionato da secoli per ornare i giardini durante la primavera, forzato nelle serre, durante la stagione fredda, quale una pianta fiorita da interni, il ciclamino ha dimostrato di essere un’ottima pianta fiorita invernale da esterni.

Roma: allestimento natalizio in piazza Venezia

Nei climi mediterranei e in quella parte di penisola a stretto contatto con il mare dalla Liguria fino alle Marche, ove la temperatura, in particolare all’interno della città, scende difficilmente, e comunque per brevi periodi, sotto lo zero, si possono ottenere dei brillanti risultati impiegando il ciclamino fiorito nei giardini sia pubblici che privati.
Questa pianta permette quindi di ampliare il limitato numero di specie capaci di offrire la loro fioritura durante l’inverno. Personalmente, oramai da un decennio, ottengo brillanti risultati collocando nelle aiuole pubbliche piante di ciclamino fiorito. Questa specie dall’utente cittadino è considerata assai pregiata e quindi la realizzazione, oltre che bella, acquista anche un notevole prestigio. Alcuni accorgimenti sono necessari per ottenere migliori risultati e per evitare insuccessi. In primo luogo questa specie è sensibilissima ad attacchi parassitari, in particolare di Fusarium e di Botritis; entrambi i parassiti, presenti nel terreno, perdono virulenza quando la temperatura si avvicina ai 10 gradi. I ciclamini quindi debbono essere impiegati solo dopo i primi freddi (prima quindicina di novembre circa) altrimenti si potrebbero avere spiacevoli insuccessi. È comunque scontato che le piante da utilizzare devono essere prive di attacchi parassitari e già ben sviluppate e ricche di fiori e bocci.

L’attività vitale della piante è assai limitata dalle basse temperature ed è quindi necessario partire con una scorta sicura di fiori. Oltre al classico color rosa ciclamino più o meno sfumato si trovano, oggi, in commercio piante bianche, rosse e viola. È meglio evitare la pessima abitudine di mescolare a caso i vari colori, poiché il risultato estetico sarebbe scadente; meglio, invece, avvicinare due sfumature di colore ponendo le tonalità chiare all’interno e quelle scure in periferia. Da diversi anni durante il periodo invernale utilizzo migliaia di piante di ciclamini bianchi e rossi. Con questi colori, che evocano https://www.verdeepaesaggio.it/immagini natalizie, è possibile attuare diverse soluzioni, da una rigida alternanza alla creazione di disegni bicolori. Da non scartare è anche l’utilizzo, sempre all’esterno, di piante poste in ciotole o contenitori. Il contenitore, se giustamente scelto, esalta infatti le piante valorizzandone l’aspetto. L’utilizzo in contenitore permette anche l’eventuale ricovero delle piante in serra fredda, tettoia o simile nei momenti in cui si il clima si presenta più rigido tanto da far temere gelate o neve.

Un’ultima attenzione riguarda l’apporto irriguo. La carenza idrica è disastrosa per il ciclamino: quando manca l’acqua la pianta appassisce e le foglie ed i fiori perdono consistenza.
Anche se la ripresa è rapida si deve evitare la possibilità di crisi idrica. Quindi anche in inverno ed in particolare durante le giornate fredde in cui soffia vento secco di tramontana è necessario irrigare le piante ma non bagnare i fiori. Più di ogni descrizione le foto possono comunque rendere giustizia sui risultati ottenuti.