Cultivar

Entità tassonomica costituita da piante coltivate ottenute dall’uomo per selezione o miglioramento genetico, spesso moltiplicate per via agamica. Sono contraddistinte da caratteri morfologici, biologici o agronomici comuni e originate o mantenute solo in coltivazione. Questo termine sostituisce quelli di razza e di varietà [dall’inglese culti(vated) var(iety)]