E’ nato il Cercarose, il primo motore di ricerca italiano sulle rose

Immagini di oltre 1.000 varietà di rose

L’Università degli Studi di Trieste ha messo a punto il Cercarose, uno strumento multimediale che permette di accedere direttamente da computer, iPhone, iPad e iPodTouch, a più di 6.000 splendide https://www.verdeepaesaggio.it/immagini di più di 1.000 varietà di rose coltivate e a una cinquantina di specie botaniche, e a dati fondamentali sulle rose quali il nome, la classe, l’ibridatore, la data di creazione dell’ibrido, il paese d’origine, il colore e la fragranza dei fiori, la forma della corolla.

Un simile strumento di ricerca mancava in Italia, paese che pure conta la presenza di milioni di appassionati di rose, che negli anni hanno saputo conquistare un interesse crescente; lo abbiamo provato e possiamo dire che i risultati sono davvero precisi e corretti.

Le https://www.verdeepaesaggio.it/immagini sono state scattate nel Roseto di S. Giovanni a Trieste, che si sta affermando come una delle principali collezioni di rose a livello internazionale, con migliaia di varietà diverse, rare e interessanti.

Il Dipartimento di Scienze della Vita dell’Università di Trieste è all’avanguardia nel campo dell’informatizzazione dei dati sulla biodiversità e con il progetto interreg Italia-Slovenia SiiT (School-oriented Interactive Identification Tools) sta pubblicando in rete centinaia di guide interattive all’identificazione di piante, funghi e animali consultabili su diversi media, compresi i dispositivi di ultima generazione

Il Cercarose vuole permettere una specie di visita virtuale al Roseto di San Giovanni, sperando che questa invogli molte persone a visitarlo realmente, alla scoperta dell’enorme patrimonio di bellezza che Uomo e Natura hanno saputo creare nello sviluppo delle rose da giardino.

Rosa 'La Noblesse'

La Noblesse

Alla fine del 2012 è previsto il rilascio di una nuova versione che includerà più di 2.000 varietà diverse.

Il Cercarose si trova all’indirizzo http://www.siit.eu/cercarose

Per informazioni:

Prof. Pier Luigi Nimis – nimis@units.it