Feromone

Sostanza volatile secreta da un individuo all’esterno del corpo, in grado di provocare reazioni particolari in altri individui della stessa specie (es. il richiamo sessuale negli insetti). I F. sono definiti anche ‘messaggeri chimici esterni’ ed in base all’uso cui sono destinati vengono raggruppati nelle categorie dei feromoni di aggregazione, di dispersione, di aggressione, di riconoscimento e sessuali. I feromoni sessuali di richiamo (avvertibili fino ad alcuni chilometri) sono generalmente prodotti dalla femmina con lo scopo di attrarre i maschi presenti nella zona; questi, una volta giunti in prossimità della potenziale partner, la spingono all’accoppiamento liberando feromoni afrodisiaci (attivi solo a ridottissima distanza) da alcuni particolari organi denominati androconi o coremata. (Pheromon)