Giardino Phoenix a Bordighera

Un giardino sperimentale per la conservazione e la valorizzazione del palmeto storico di Bordighera.

1) VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO

Il Vallone del Sasso è oggigiorno costituito da tre parti:
– la zona della coltivazione storica del palmeto (il Beodo)
– il giardino di Villa Garnier
– il Giardino Winter.
Questi tre siti rappresentano un insieme di grande valore botanico, storico e culturale, che potrebbe trovare inserimento nel circuito turistico culturale dei giardini botanici della riviera italiana e Cote d’Azur. Si rende necessario eseguire alcune opere di miglioramento strutturale. I giardini Winter e Garnier sono già stati ristrutturati e non resta che legarli in modo funzionale con il sentiero del Beodo. I lavori necessari si limiterebbero alla ristrutturazione di un centinaio di metri del sentiero “Gerbino”. Allo stesso tempo la piantagione di qualche palma, tra le più rare in Riviera, permetterebbe di arricchire il valore botanico del sito.

2) RIGENERAZIONE DEL PALMETO ESISTENTE

La rigenerazione della copertura vegetale passa necessariamente, attraverso una tappa obbligata: l’irrigazione. Senza l’apporto d’acqua necessaria le palme del Sasso sono condannate ad un progressivo deperimento. L’importanza di questo fatto è ben evidente negli orti coltivati, dove le palme che usufruiscono di una regolare irrigazione assumono rapidamente un bell’aspetto vegetativo. Il ripristino di un sistema d’irrigazione, con impianto goccia a goccia, è oggigiorno un’operazione semplice dal punto di vista tecnico e allo stesso tempo poco costosa. Allo stesso tempo una concimazione con un apporto bilanciato di nutrienti e una integrazione con sostanza organica saranno determinanti per la ripresa vegetativa durante i primi anni.

3) RIPRODUZIONE E REINTRODUZIONE DEI GENOTIPI LOCALI

Le ricerche in corso sul patrimonio genetico del palmeto stanno mettendo in evidenza l’esistenza di genotipi locali. Questi genotipi sono oggi oggetto di un programma di riproduzione. Alle prime moltiplicazioni clonali, ottenute con la separazione di ricacci basali seguiranno, tra 4/5 anni, piante riprodotte da semi e anche interventi di miglioramento genetico attraverso l’impollinazione controllata.

4) RECUPERO DEL PATRIMONIO ICONOGRAFICO

Esiste una importante iconografia storica relativa al paesaggio del Sasso. Si tratta di una documentazione di grande interesse per il recupero del sito, sia per quanto concerne l’aspetto vegetazionale che per l’architettura rurale dei terrazzamenti e le costruzioni. Allo stesso tempo questa documentazione è importante per un interesse didattico e uno sviluppo museale. Molteplici iniziative, sia pubbliche che private, hanno permesso già oggi di raccogliere una ricca collezione. Non resta che classificare e studiare questa preziosa documentazione. Riteniamo che questa operazione rappresenti, in quanto fonte di informazioni, una tappa preliminare e una importante rispetto a tutti gli interventi che si andranno a fare per il recupero del paesaggio del sito.

 

Partners del Progetto
Il programma di ricerca in corso è attualmente finanziato dal Centro Studi e Ricerche per le Palme di Sanremo (CSRP). 

Il giardino sperimentale e un terreno privato, messa a disposizione del Progetto Phoenix dalla famiglia Natta.
 

Per approfondimenti: www.sanremopalme.org