Glicine: specie e varietà

Le foto delle varietà più diffuse in Italia con le schede per il riconoscimento.

I glicini sono originari della Cina e del Giappone. Furono importati nel 1816 in Inghilterra da dove si diffusero successivamente in tutta l’Europa.
Sono arbusti rampicanti di forte crescita, decidui. con una spettacolare fioritura primaverile ed una massa fogliare di um fresco verde brillante in estate. Rustici, resistenti al freddo ed alla maggior parte delle malattie, i rami si attorcigliano ai loro sostegni come liane e possono essere utilizzati su pergolati, trillage, su muri o ringhiere a guisa di cordoni, ghirlande o spalliere, per coprire pareti, fatti arrampicare su altri alberi, essere allevati come arbusti isolati o ad alberello.
Si possono quindi impiegare con ottimi risultati sia in giardini storici che in moderne ambientazioni.
Il glicine comune (Wisteria sinensis) con i suoi fiori colore lilla violaceo è la varietà più conosciuta e diffusa ma seguendo il gusto del pubblico, oggi i vivaisti sono in grado di mettere a disposizione altre varietà con forme e colori nuovi.
Ai giardinieri, agli operatori del verde agli amatori, questa guida vuol far conoscere meglio le diverse varietà di questo splendido rampicante che diffondendosi in tutto il mondo, non ha perso nulla del suo fascino orientale.

WISTERIA SINENSIS

Il nome originale cinese è ZI TENG.
Ha i rami che si avvolgono in senso anti-orario. foglie composte da 7-13 foglioline. La pianta può arrivare a 40 metri di altezza e il tronco se appoggiato ad un muro può distendersi per oltre 80 metri di lunghezza.
I fiori sono colore viola lilla, profumati con grappoli lunghi 20/30 cm. pieni e molto vistosi. La fioritura inizia il 2° o 3° anno se riprodotti per talea, molto più tardi se riprodotti per seme.

WISTERIA SINENSIS “PROLIFIC

Selezione di glicine comune che si distingue per la fioritura abbondantissima e una buona rifiorenza nei mesi giugno e Luglio. Ha fiori e grappoli uguali alla specie tipica ma più pieni e abbondanti.
Fioritura precoce. Inizia a fiorire dal 1° o 2° anno.
Sinonimi: Consequa, Sinensis Boskoop

WISTERIA SINENSIS ‘ALBA

Fiori bianco crema leggermente soffusi di rosa, profumati. Grappoli radi lunghi 25/35 cm Fioritura medio precoce. Leggera rifiorenza in giugno Luglio. Pianta non molto vigorosa Inizia a fiorire il 1° o 2° anno.
Sinonimi: Praecox odorata alba, Shirobana Shina Fuji, Jako, Fragrantissima.

WISTERIA SINENSIS ‘AMETHYST’

Splendida varietà recentemente introdotta dalla Nuova Zelanda. Ha fiori di colore particolare, violetto porpora molto forte. Profumati. Grappoli lunghi 20/30 cm pieni. Fioritura precoce. Le giovani foglie sono colore bronzo intenso soprattutto in estate ottima rifiorenza in giugno luglio. Inizia a fiorire il 1° o 2° anno. Sinonimi: Caroline.

WISTERIA ‘JISSAI’

Ibrido naturale di origine Giapponese. Fiori grandi blu chiaro poco profumati. Grappoli lunghi 25/35 cm eleganti Fioritura medio precoce. rifiorenza in giugno luglio. Inizia a fiorire il 1° o il 2° anno. Sinonimi: Jissai Naga, Jissai Supreme.

WISTERIA ‘PREMATURA’

Ibrido naturale. Fiori viola molto scuri, tendenti al blu con una macchia gialla al centro. Grappoli lunghi 20/25 cm leggermente radi, eleganti, profumati. Inizia a fiorire il 1° o 2° anno.
Sinonimi: Praecox, Coerulea, Floribunda Domino.

WISTERIA FLORIBUNDA

Il nome originale Giapponese è Fuji o Noda Fuji. Importato in Europa nel 1830. Foglie composte da 11/l9 foglioline .può raggiungere 20 metri di altezza. I rami si attorcigliano in senso orario.
Fiori colore viola blu o viola rosato con carena malva. profumati. Grappoli lunghi 30/50 cm più radi del Wisteria sinensis. Inizia a fiorire il 3° 4° anno.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘MACROBOTRYS’

Questa varietà è una vera meraviglia della natura per la stupefacente lunghezza dei suoi grappoli. Nel Guinnes dei primati ne è menzionato uno di 180 cm. E’ ottima se utilizzata nei pergolati dove i fiori possono scendere liberamente.
Fiori viola chiaro con macchia porpora, poco profumati, che si aprono progressivamente dall’alto verso il basso su grappoli lunghi 60/120 cm. Fioritura medio precoce. Inizia a fiorire dopo il 2° 3° anno.
Sinonimi: Longissima, Multijuga, Murasaki naga Fuji, Naga Noda, Purple Patches.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘ITO KOKU RIU’

Di recente introduzione questa varietà è destinata ad un sicuro successo per l’eleganza che ha nella fioritura e nel fogliame Fiori blu violetto scuro poco profumati. Grappoli lunghi 30/50 cm radi eleganti. Inizia a fiorire dopo il 3 4° anno. Pianta di media vigoria. Foglie strette acuminate verde scuro intenso che la fanno riconoscere in estate fra tutte le altre varietà.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘LAWRENCE’

Varietà di origine Canadese. Fiori colore violetto porpora poco profumati. Grappoli lunghi 50/70 cm più pieni che ‘Macrobotrys’, Inizia a fiorire dopo il 3° 4° anno.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘LILAC ROSE’

Fiori medio grandi colore rosa lilla o rosa porpora con macchia gialla profumati. Grappoli pieni lunghi .30/50 cm . Fioritura medio precoce. Inizia a fiorire dopo il 3° 4° anno.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘LONGISSIMA ALBA’

Fiori bianco puro. molto profumati. `grappoli vistosi ed eleganti lunghi 40/60 cm. Fioritura tardiva. Inizia a fiorire dopo il 4° anno. In Giappone è chiamato Schiro Noda ed e considerato l’essenza della purezza e dell’eleganza, e’ descritto e disegnato in testi vecchi di 600 anni. Sinonimi: Schiro Noda, Multijuga Alba, Snow Schower.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘NISHIKI’

Foglie maculate di bianco crema. Fiori blu violetto chiari. grappoli lunghi 15 cm. E’ una curiosità per amatori. Sinonimi: Variegata, Albomaculata, Kawariba.

WISTERIA FLORIBUNDA ‘ROSEA’

Fiori rosa carico poco profumati, grappoli lunghi 30/40 cm. Fioritura tardiva. Pianta di media vigoria Inizia a fiorire dopo il 4° anno. E’ forse la varietà con la fioritura più elegante.
Sinonimi: Carnea, Honbeni. Multijuga Rosea,

WISTERIA FLORIBUNDA ‘VIOLACEA PLENA’

Fiori doppi, vistosi, di effetto straordinario. colore viola scuro con sfumature porpora, profumati. Grappoli lunghi 25/40 cm irregolari, fioritura tardiva. Inizia a fiorire dopo il 3° 4° anno.
Sinonimi: Longissima plena ,Black Dragon, Yae Kohu Riu, Multijuga Flore Pleno,  Yae Fuji

WISTERIA BRACHYBOTRYS ‘SCHIRO KAPITAN FUJI’

Fiori molto grandi, bianco puro, profumati, Grappoli tozzi lunghi 15/20 cm. Varietà straordinariamente fiorifera. Cresce 4/6 metri massimo.
Inizia a fiorire il 1° anno.
Sinonimi: Alba, Schirobana Jama Fuji, venusta ‘Schiro Kapitan’

WISTERIA ‘CHOWA BENI’

Bellissima varietà di nuova introduzione Fiori molto grandi, rosa pastello. Profumati. Grappoli tozzi lunghi 15/~20 cm. La pianta cresce fino a 4/ó metri al massimo. Inizia a fiorire il 2° 3° anno.
Sinonimi: Alborosea, Aka Kapitan. Akebono, .

WISTERIA FRUTESCENS: Specie di origine americana. Fiori celeste porpora, profumati. Grappoli lunghi 15/20 cm. Fioritura molto tardiva in Giugno sui nuovi rami dell’anno. Il fogliame e i bocci sono ricoperti da una fine peluria blu. Inizia a fiorire il 1° 2° anno. Sinonimi: Glicine americano.

 

  VARIETA’ FIORITURA DOPO ANNI
VARIETA’ A FIORE BIANCO SINENSIS ALBA Precoce 1/2
LONGISSIMA ALBA Tardivo 3/4
B. SCHIRO KAPITAN FUJI Precoce 1/2
VARIETA’ A FIORE ROSA FLORIBUNDA ROSEA Tardiva 3/4
FLORIBUNDA LILAC ROSE Media 3/4
B. “SCHOWA BENI” Precoce 2/3
VARIETA A FIORE VIOLA LILLA E BLU SINENSIS Precoce 2/3
SINENSIS PROLIFIC Precoce 1/2
PREMATURE Precoce 2/3
FLORIB.MACROBOTRYS Media 3/4
FLORIB. LAWRENCE Tardiva 3/4
FLORIB. ITO KOKU RIU Tardiva 3/4
FLORIB. VIOLACEA PLENA Tardiva 3/4
JISSAI Precoce 1/2
FRUTESCENS Molto tardiva 1/2

POTATURA
La potatura del glicine è necessaria. Serve a contenere l’eccessiva invadenza di questo rampicante, a dargli una forma più ordinata ed a favorire la fioritura.

Potatura estiva: Oltre a dare un aspetto più ordinato, la potatura estiva favorisce la maturazione delle gemme da fiore. Si fa nel mese di luglio/agosto e consiste nell’accorciare i rami di 1 anno lasciandoli lunghi 1 metro circa. Solo se si vuol allungare la pianta occorre lasciare un ramo adatto senza accorciarlo. Con l’occasione si devono tagliare via tutti i rami che si sono formati al piede della pianta. Questi danno un aspetto disordinato, tolgono vigore e se la pianta è d’innesto potrebbero essere dei polloni selvatici.

Potatura invernale: Si fa in inverno dopo la caduta delle foglie. In zone fredde è meglio aspettare a fine inverno. Si devono accorciare tutti i rami di 1 anno lasciando 4/6 gemme. Si devono eliminare anche i rami deboli, rotti o secchi e tutti i polloni che si sono originati dalla base. Nel caso si voglia allungare la pianta si deve lasciare un ramo adatto e legarlo nella forma e direzione voluta.

In questo modo avrete una fioritura piena e abbondante. Tutta la forza della pianta infatti alimenterà le gemme che avrete lasciato e i grappoli saranno più grandi ed eleganti. Avrete inoltre una pianta con il tronco bene in vista, che nelle vecchie piante sono molto ornamentali.

 

 

Per maggiori informazioni: Francesco Vignoli, via della Chiesina 40, 51030 Santomato PT, tel +39 0573 479769