Identificazione delle graminacee

Alcuni elementi di conformazione delle piante aiutano a riconoscere le specie che infestano il prato

Nel primo periodo di crescita (prefogliazione) si possono osservare due distinte conformazioni che aiutano molto nel lavoro di identificazione: prefogliazione convoluta se la foglia nasce arrotolata su se stessa; prefogliazione conduplicata se nasce piegata in due lungo l'asse centrale.

Altri elementi di distinzione delle specie di graminacee sono: i margini delle foglie lisci o seghettati; la presenza o meno di peli superficiali (pubescenza) sulla lamina e sulla guaina fogliare; le nervature della foglia, parallele alla nervatura centrale principale, che possono essere in rilievo, per cui la superficie fogliare si presenta ruvida, oppure conglobate nel tessuto e quindi la superficie della foglia risulta liscia. Parallelamente alla nervatura principale della foglia di alcune graminacee si possono osservare due striscioline di tessuto più chiaro, quasi trasparente.

Identificazione delle specie di graminacee

Sezione della lamina fogliare:
a semicerchio molto chiuso (in alto)
sottile, simile a una V molto allargata (in basso)

Un ulteriore dato di differenziazione si ha nella sezione trasversale della foglia che può assumere due forme distinte: a semicerchio molto chiuso, con spessore accentuato e di consistenza carnosa, oppure più sottile e morbida, simile ad una V molto allargata (disegno in alto). L'analisi della foglia si conclude con l'identificazione di tre elementi caratteristici, situati nel punto di unione tra la guaina e la lamina. Il primo è costituito dalla presenza o meno di un leggero allungamento dei due angoli superiori della guaina, con la formazione di due specie di ganci (auricole) che impediscono alla guaina di staccarsi dal culmo. Il secondo si riscontra osservando l'appendice di tessuto (ligula) dell'estremità interna superiore della guaina, che può essere consistente e dura (più o meno lunga) oppure membranosa (liscia o ruvida) o ancora formata solamente da peli (frangiata). Il terzo elemento infine consiste nella fascia (collare) che congiunge la lamina con la guaina esternamente alla foglia: può essere continua o interrotta dalla nervatura principale della foglia, la superficie può essere liscia o pelosa e a volte presenta le due estremità allargate verso l'esterno (collare convesso).

Modalità di crescita dei germogli:
Intravaginale (Sx)
extravaginale (Dx)

Per completare il lavoro di riconoscimento, si osserva la crescita dei germogli basali in corrispondenza della guaina fogliare più bassa. I giovani steli possono svilupparsi tutti all'interno della guaina (crescita intravaginale) formando un cespo molto serrato, oppure all'esterno della parte opposta rispetto alla vecchia foglia (crescita extravaginale) dando origine ad un cespo molto aperto.