Il futuro delle città verdi, il 14 novembre 2020, in diretta streaming



Il 14 novembre 2020 si svolgerà il convegno “Il futuro delle città verdi”, organizzato dalla Fondazione Biohabitat in occasione di Eima Digital Preview, in collaborazione con la Scuola Nemeton, Assform, EIMA MIA, EIMA Green. Il convegno è gratuito e prevede crediti formativi, previa iscrizione su https://www.biohabitat.bio/convegni-e-seminari/. Il convegno è uno degli eventi del progetto Cantieri Verdi, che prevede, tra le altre cose, una serie di seminari gratuiti online dall’11 al 13 novembre sui temi del verde tecnico e tradizionale e dell’architettura vegetale.

 

Il convegno avrà due sessioni, la prima, “Nei Cantieri Verdi la digitalizzazione e il dissesto idrogeologico” partirà dalle mappe tematiche nazionali dei lavori in corso, con particolare attenzione ai target europei per la conservazione, il ripristino e l’uso sostenibile degli ecosistemi e dei terreni degradati e colpiti da desertificazione, siccità e inondazioni. Si parlerà anche di rigenerazione urbana con esperienze dirette ed esempi concreti di azioni che hanno portato alla definizione della nuova figura professionale dell’Attivatore Territoriale.

 

La seconda sessione, “I cantieri verdi della rigenerazione urbana”, parte dall’idea ormai condivisa che il futuro delle città è legato alle costruzioni verdi, in particolare a quelle che utilizzano piante ed elementi naturali. Sono tecniche completamente ecologiche, vere fuoriclasse nel panorama del costruire sostenibile. Si parla spesso di architettura green, in questo caso siamo davanti alle vere architetture che usano materiali vegetali totalmente sostenibili. Con ospiti di rilievo internazionale, si parlerà delle ultime tendenze dei professionisti del paesaggio in Europa e nel mondo, delle tecniche di costruzione in bambù e del grande ritorno della terra cruda, un materiale antico riscoperto dell’architettura contemporanea per le sue insuperabili doti di confort e sostenibilità che ne fanno il vero materiale del futuro.