La sicurezza in giardino

 Spesso il giardiniere "della domenica" si appresta ad operare con i macchinari per la manutenzione del prato (tosaerba, arieggiatore, ecc.) in condizioni precarie e senza adottare le opportune norme per garantire la propria e l'altrui incolumità.
Le cause di incidenti sono riconducibili ad elementi fortuiti (pioggia, neve, frane, ecc.), a carenze o inadeguatezze dei sistemi di sicurezza delle macchine o avarie delle stesse, oppure alla componente umana (inesperienza, imprudenza, ecc.). Mentre le cause accidentali sono difficilmente prevedibili, gli incidenti dovuti a guasti tecnici o errori umani possono essere evitati con semplici regole e con l'aiuto dei dispositivo di sicurezza montati sui macchinari, per i quali esiste una severa normativa CEE. Al momento dell'acquisto perciò accertatevi che la macchina risponda alle prescrizioni di sicurezza europee in modo da avere più garanzie.

Il principale dispositivo è l'inserimento «motor-stop» (o «uomo presente»): è una leva o pulsante che il manovratore deve stringere durante il lavoro; in caso di emergenza il suo rilascio provoca l'arresto del motore. I pericoli maggiori durante l'uso di tosaerba, rifilabordi e altri macchinari sono rappresentati dalla rotazione delle lame e dal lancio di oggetti contundenti; controllate quindi che le macchine siano dotate di adeguate protezioni (carter, deflettori, ecc.) e possibilmente usate una visiera. E' comunque buona norma, prima di tosare, asportare dalla superficie del prato pietre, rametti o altri oggetti estranei.

Esistono poi diverse regole da seguire per lavorare in condizioni di maggior sicurezza; anche se alcune sono scontate, vediamo quali sono.

 Prima di iniziare il lavoro leggete il manuale di istruzioni della macchina ed imparate come fermarla velocemente; assicuratevi che viti e bulloni siano serrati; riempite il serbatoio di carburante all'aperto e sempre a motore spento ed evitate di versarne sul motore caldo; asciugate anche eventuale carburante versato; prima di avviare il motore assicuratevi che cambio e presa forza siano in «folle».

Durante l'uso cercate di mantenere una posizione stabile, indossate scarpe robuste munite di suola antiscivolo ed evitate abiti svolazzanti; non lasciate avvicinate bambini o animali e non lasciate la macchina incustodita; non rimuovete nessun oggetto vicino alla macchina e non avvicinare mani e piedi agli organi in movimento; non intervenite sulla macchina mentre il motore gira; evitate di lavorare su terreno bagnato o in condizioni di scarsa visibilità; in discesa non tenete frizione e cambio disinnestati, usando il motore per frenare, e spingete la macchina in senso trasversale al pendio; freno e frizione vanno usati dolcemente; non usate il motore al massimo e non manomettete le sue parti (filtro aria, marmitta, regolatore di velocità, ecc.).

Quando avete finito portate la macchina nel locale di rimessaggio dopo aver spento il motore e bloccatela con il freno. Se dovete effettuare degli interventi di manutenzione sulla macchina, staccate l'interruttore e la candela per evitare che si metta in moto accidentalmente.
Infine fate revisionare le macchine con una certa frequenza e comunque almeno una volta all'anno.