Mostra sul tema del giardino romantico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin (PD)

Consigliato da Grandi GIardini Italiani

 

Villa Pisani Bolognesi Scalabrin ha un grande giardino formale con siepi di bosso e sculture, in cui l’elaborato gusto vittoriano si salda alla tradizione del giardino all’italiana. Intorno alla Villa l’impianto fortemente architettonico è caratterizzato da una marcata assialità che si stempera gradualmente nella naturalità del parco circostante. Una realizzazione straordinaria, ispirata da “The Formal Garden in England” di Sir Reginald Blomfield, pubblicato a Londra nel 1892. Statue, fontane, la vecchia ghiacciaia, il giardino roccioso, il Teatro e la Cappella di famiglia, importante esempio di neogotico elisabettiano, compongono e completano l’arredo del grande giardino e del parco popolato di alberi secolari.

 

Fu la contessa Evelina van Millingen, sposa di Almorò III Pisani nel 1852, a creare lo splendido giardino di gusto inglese intorno al grande palazzo fatto costruire dal cardinale Francesco Pisani a metà del Cinquecento per amministrare l’enorme feudo acquisito dalla ricchissima famiglia veneziana dei Pisani nel 1468, dopo la confisca ai discendenti degli Estensi da parte della Repubblica di Venezia.  La villa fu edificata sui resti di una rocca di guardia degli Estensi; l’impronta medioevale è ancora riconoscibile nella vasta piazza alberata a ridosso della via d’acqua di accesso. La cosmopolita Evelina Pisani, nata a Costantinopoli da padre inglese, diede l’aura di aristocratica informalità a Palazzo Pisani, ribattezzato la Fattoria del Doge dalla scrittrice inglese Margaret Symonds, che nel 1893 pubblicò il libro Days spent on a Doge’s Farm, resoconto dei soggiorni nel feudo e incomparabile testo sul giardino: Nel segreto paradiso di Evelina soggiornarono anche ospiti illustri come l’imperatrice di Germania, la Regina di Svezia, Lord Bayron e Henry James.


Dal 22 Aprile al 20 Maggio 2012 si terrà, nel teatro della Villa Pisani Bolognesi Scalabrin di Vescovana (PD), una personale di ceramica contemporanea del Maestro Giovanni Cimatti curata dalla Dott.ssa Mariella Bolognesi Scalabrin e dalla Prof.ssa Ginetta Mazzucato.

 

L’artista ha accettato di misurarsi al contatto diretto con la storia e soprattutto con la natura della Villa Pisani nata da un’antica corte medioevale, divenuta sontuoso palazzo rinascimentale, fino a raffinato salotto ottocentesco. Giovanni Cimatti è artista usa prevalentemente la ceramica come mezzo per realizzare le proprie opere. Affermato e presente in pubblicazioni e collezioni di musei a livello internazionale, lavora alla contaminazione delle pelli ceramiche su elementi della natura quali foglie, fiori e rami e anche con la materia stessa della terra, sempre distante dalla decorazione e con un virtuosismo che sorprende quando impiega la terra stessa come linguaggio cromatico nella gamma degli aranci visibile nella collezione Laghi d’Arancio.

Nella mostra sul tema del giardino romantico di Villa Pisani Bolognesi Scalabrin saranno esposte anche opere in porcellana bianca Giardini di Neve, realizzate con una sorprendente contaminazione di carta e argilla che consente di operare collage strutturali incantati e inediti. 

 

In collaborazione con Grandi Giardini Italiani

www.grandigiardini.it e www.gardensinitaly.net