Nasce il comitato tecnico ‘PioppOK’

Rilancio della pioppicoltura e valorizzazione della filiera del pioppo in Italia



Assopannelli, l’associazione di FederlegnoArredo che riunisce i fabbricanti di pannelli e semilavorati in legno, all’interno delle iniziative di tutela della pioppicoltura, partecipa al Comitato Tecnico “PioppOK” unitamente a Conlegno – Consorzio Servizi Legno-Sughero, CNA – Confederazione Nazionale Agricoltura, Confagricoltura, API – Associazioni Pioppicoltori Italiani e ISP – Istituto Sperimentale di Pioppicoltura di Casale Monferrato.

Obiettivo del Comitato Tecnico “PioppOK” è attuare strategie mirate alla valorizzazione della filiera del pioppo in Italia e, in particolare, promuovere l’utilizzo del pioppo quale materia prima strategica attraverso il supporto di diverse iniziative. A partire dalla creazione di una piattaforma per lo scambio di informazioni. Inoltre, il Comitato promuove lo studio delle questioni di interesse scientifico, tecnico e commerciale per il settore pioppo, nonché la diffusione della cultura e conoscenza della materia prima pioppo e delle sue funzionalità e dei meccanismi utili alla riduzione dell’impatto ambientale delle attività imprenditoriali settoriali. Il Comitato Tecnico “PioppOK” prevede anche la creazione di una rete di associazioni ed enti nazionali che coordini le attività in programma e agevoli lo scambio di informazioni, esperienze e attività sul tema, nonché la promozione dell’autorizzazione all’uso di brand promozionali volontari per le imprese che aderiscono al progetto.

A oggi, il Comitato è impegnato in diverse iniziative, tra cui l’analisi e approvazione di un disciplinare sulla pioppicoltura, con deroghe rispetto all’attuale disciplinare previsto da FSC in materia di pioppo, in virtù delle difficoltà di adesione ai requisiti previsti dall’attuale certificazione FSC, nonché dell’inserimento della certificazione FSC di gruppo anche per il settore pioppicolo. Inoltre, il Comitato ha seguito la problematica relativa ai presidi fitosanitari in vista della loro necessaria progressiva riduzione e l’integrazione del pioppo all’interno del disciplinare per la normativa Flegt/Due Diligence. Significativo anche il contributo per lo studio, in collaborazione con il Politecnico di Milano, del ciclo di vita dei pannelli in pioppo, e per l’elaborazione delle “Norme tecniche per la buona pratica pioppicola – Disciplinare di produzione integrata Ecopioppo”, in collaborazione con l’Unità di Ricerca per le Produzioni Legnose Fuori Foresta del C.R.A. Infine il Comitato si è impegnato nella campagna divulgativa e informativa sulla filiera pioppicola italiana.

“La creazione del comitato PioppOK – commenta Nicoletta Azzi, coordinatore del Comitato Tecnico PioppOK – ha unito per la prima volta la filiera produttiva, le associazioni di categoria, e gli istituti di ricerca che, portando le loro specifiche competenze, hanno così la possibilità di attuare congiuntamente strategie orientate alla valorizzazione della filiera del pioppo a livello nazionale con modalità e compiti fortemente operativi, al fine di realizzare concretamente iniziative che portino a promuovere l’utilizzo del pioppo come materia prima d’eccellenza”.

r.b.