Punto di appassimento

Si dice che un terreno raggiunge il punto di appassimento quando, pur contenendo ancora una riserva idrica, le piante non possono più giovarsene essendo il potere di trattenuta del suolo (potenziale osmotico matriciale) e la pressione osmotica determinata dai sali del terreno, superiore alla forza di suzione delle radici. Espresso in atmosfere è di 15 atm (corrispondente ad un pF di 4,2-4,4). Al punto di appassimento permanente corrispondono percentuali variabili di acqua nel terreno, in funzione del tipo di suolo.