Recupero specie frutticole e orticole: entra nel vivo il progetto della Provincia di Piacenza sulla biodiversità



Due anni fa la Provincia di Piacenza approvava il  progetto sulla Biodiversità Salvaguardia della diversità genetica in agricoltura nel settore delle produzioni vegetali  il recupero, la conservazione e la valorizzazione del patrimonio genetico locale di specie agrarie frutticole e orticole; quest’anno sono state realizzate le prime piantine di ciliegio, melo e pero, barbatelle di uva da tavola e recuperati i semi delle colture orticole di zucca Berrettina Piacentina e cavolo fiore bianco piacentino.
L’iniziativa nasce da un’idea dell’assessorato provinciale all’Agricoltura e con l’intento ulteriore di ampliare la rete degli Agricoltori Custodi, in un’ottica  di multifunzionalità che consente alle aziende di produrre non solo beni, ma anche servizi per l’intera collettività e di valorizzazione delle attività di manutenzione del territorio svolte dagli imprenditori agricoli, per sostenere gli agricoltori delle zone svantaggiate quali veri e propri custodi del territorio e del paesaggio rurale.

Fino al  26 aprile 2013 si potrà presentare domanda alla Provincia per entrare nella rete degli Agricoltori Custodi e accedere alla distribuzione di barbatelle di uva da tavola Besgano bianco e nero e per la prenotazione di piante frutticole e semi di orticole (zucca Berrettina Piacentina e cavolo fiore bianco piacentino).
Le domande dovranno essere inviate alla Provincia di Piacenza – Settore agricoltura e politiche agroalimentari, Servizio Piccole Filiere e supporto tecnico alle produzioni agricole (in via Colombo 35 a Piacenza) entro le 12 del giorno 26 aprile 2013 utilizzando il modulo reperibile sul sito www.provincia.pc.it alla sezione “Bandi, avvisi ed esiti”.
Le piante disponibili saranno assegnate attraverso una graduatoria alle aziende agricole del territorio piacentino che ne faranno richiesta.