Rosmarinus officinalis

Aromatica, ornamentale per i rari fiori blu ma anche per gli sconosciuti azzurri, rosa e bianchi

Quando si dice piante aromatiche tutti pensano a quelle che vengono usate in cucina e rimangono sorpresi se si propone loro di impiegarle anche in giardino. Eppure le piante aromatiche sono molto ornamentali, quasi tutte sempreverdi ed hanno una grande resistenza al nostro clima, perché spontanee nella regione mediterranea.

Rosmarinus officinalis è molto conosciuto per la sua lunga fioritura e la sua grande adattabilità ai terreni più difficili; ha una sola esigenza: non sopporta i ristagni d'acqua attorno alle radici e se per caso vi è capitato di veder morire una pianta è senz'altro per questo motivo.
In giardino il rosmarino vuole le posizioni più assolate, non soffre se è esposto alla furia dei venti marini e supera l'inverno anche nell'Italia del nord.
Accetta di buon grado il taglio dei rami in ogni stagione, quasi sapesse d'essere destinato anche alla nostra mensa e ributta immediatamente nuovi getti.
Pochi sanno che di rosmarino ne esistono diverse varietà, tutte molto interessanti ed alcune veramente originali.
E' il caso del Rosmarinus offícìnalis 'Erectus albus' a fiori bianchi, quindi particolarmente decorativo per il piacevole contrasto fra le foglie verde cupo e la fioritura luminosa.
Rosmarinus off. 'Majorca pink' invece ha fiori rosa e fiorisce abbondantemente molto presto, già a metà aprile.
Curiosa e piacevole è la forma a piramide che assume il R. o. pyramidalis.
Ma se avete delle scarpate da rinverdire o dei muri da ricoprire con ricadenti, le varietà di rosmarino prostrate fanno senz'altro per voi: c'è il R corsicus prostratus strisciante e molto fiorifero, ottimo anche per vasi; poi la varietà "Jackrnan's prostrato" che non supera i 30-40 cm e ha fiorì blu scuro; infine il più spettacolare, il R o. prostratus originario di Capri, con rami striscianti, fortemente aromatici, lunghi fino a 2 m; magnifico quando è in fiore.