Simbiosi rizobica

Associazione mutualmente vantaggiosa tra un batterio azotofissatore e una pianta. Il rizobio si insedia nell’apparato radicale della pianta inducendo la formazione di noduli o tubercoli, all’interno dei quali riduce l’azoto atmosferico – non direttamente utilizzabile dai vegetali superiori – ad ammonio, che viene in seguito ceduto alla pianta in cambio di carboidrati. In questo modo la coltura risulta autosufficiente nella nutrizione azotata, riuscendo indirettamente a prelevare gratuitamente l’azoto dall’aria.