Spirea

Le spiree non sono piante originarie dell'Europa. Probabilmente provengono dall'Oriente, Cina e Giappone, tuttavia 'è talmente tanto tempo che sono state ibridate e incrociate tra loro le varie specie che in molti casi non se ne conosce più la vera origine. vi è un grande numero di specie e varietà con fioriture in tempi diversi. Le due specie di spiree primaverili sotto descritte sono a fiori bianchi, riuniti in fitti mazzetti lungo tutta la lunghezza del ramo. Sono arbusti di taglia media con lunghi e fitti rami spioventi verso l'esterno. 

Le spiree bianche tipo Spirea x arguta a rami ricurvi verso l'esterno ricoperti di centinaia di fiorellini erano tra gli arbusti preferiti nei vecchi giardini tradizionali di stile ottocentesco e tuttora riscuotono grande successo sia in vecchi giardini che in composizioni moderne. Infatti questo portamento mobile e flessuoso è una caratteristica che anche oggi piace molto.
Spirea 'Vanhouttei'. Molto simile alla precedente, si  differenzia per i fiori bianchi riuniti in mazzetti più grandi che compaiono in maggio. E' specie molto rustica e resistente all'inquinamento per cui si presta all'utilizzazione anche in zone soggette a traffico di veicoli.
Spirea japonica. E' un arbusto a portamento eretto alto fino a due metri. Le foglie sono lanceolate, a margine dentato; i fiori, rosa, sono riuniti in corimbi e sbocciano in giugno-luglio all'apice dei fusti eretti.
Spirea x bumalda. Forse è un ibrido o forse è una varietà di S. japonica; l'origine di questa cultivar è incerta. E' un arbusto eretto, alto oltre un metro. Ha fiori color cremisi riuniti in larghi corimbi appiattiti che sbocciano in giugno-luglio. La varietà 'Anthony Waterer', ha foglie giovani con variegature bianche e rosa in alcuni germogli, a portamento eretto e mazzetti di fiori apicali rosa carico; ha il grande pregio di essere rifiorente e quindi un valore ornamentale molto prolungato.
Spirea x billardii 'Triumphans' fiorisce da giugno a settembre formando pannocchie apicali color rosa porpora. E' una specie a portamento eretto e raggiunge l'altezza di circa 2 metri.
Spirea douglasii. E' più piccola della specie precedente ma molto simile ad essa come tipo di fioritura: pannocchie apicali di fiori piumosi di colore rosa intenso. Fiorisce in giugno-luglio. Questa specie, come la precedente, non ama i terreni calcarei.
Spirea 'Shirobana'. La taglia ridotta di questa cultivar giapponese, circa 60 centimetri, la rende adatta anche a essere coltivata in fioriere. Ha fiori bicolori bianchi e rosa.

La tecnica colturale delle spiree è semplice; la maggior parte di esse non è esigente in fatto di suolo, tutte amano però le posizioni soleggiate. Richiedono poche cure in particolare irrigazioni e concimazioni regolari.

La vegetazione delle spiree è molto vigorosa. L'epoca di potatura varia secondo le varietà: Spirea bumalda, S. douglasii, S. x billardii e S. japonica che fioriscono sui rami formatisi nello stesso anno si potano in febbraio-marzo; S. x arguta e S. 'Vanhouttei' che fioriscono sui rami dell'anno precedente vanno potate dopo la fioritura.