Stoccarda: un orto-giardino pensile

La tecnologia dei tetti verdi ha permesso di sfruttare uno spazio che altrimenti sarebbe rimasto inutilizzato.

La protagonista è la caserma dei pompieri di Stoccarda, una graziosa città della Germania meridionale, posta in un avvallamento fra colline ricoperte di boschi. Il tetto piatto della nuova palazzina dei pompieri, costruita al centro della città, andava in qualche modo utilizzato ed il progetto di un architetto paesaggista locale, l'ing. Wolfgang Milier, per la creazione di un orto-giardino sul grande terrazzo, vinse immediatamente ogni preconcetto ed incontrò un'incondizionata adesione da parte di tutti.

Una panoramica su una parte della terrazza: da notare i diversi tipi di pavimentazione

Un muretto di sostegno di un'aiuola ricolma di piante

Questa oasi verde, sorta fra grandi edifici grigi, dà la possibilità agli uomini in servizio di trascorrere piacevolmente le ore di attesa e nello stesso tempo di essere pronti alle chiamate urgenti. I fondi stanziati per l'attuazione del progetto erano modesti, per cui i pompieri, entusiasmati all'idea di realizzare loro stessi un orto-giardino pensile, hanno provveduto a tutto il lavoro materiale, dalla messa in opera delle piastrelle del pavimento e delle aiuole alla copertura con la pergola, dall'installazione dell'impianto di illuminazione al trasporto del terriccio per riempire i grandi contenitori, dall'impianto degli alberi da frutto alla piantagione dei piccoli cespugli, dei fiori annuali e alla semina degli ortaggi.

La sistemazione degli spazi
La terrazza misura 550 mq e la sua superficie è per 3/4 ricoperta dal verde e dai fiori, il quarto restante è occupato dai passaggi e dalle zone di sosta. Al centro della terrazza sono stati costruiti due box in muratura da dove, mediante un'asta, si scende alla rimessa degli automezzi; in tal modo gli uomini in servizio sono pronti alla partenza in pochi secondi. Tutt'attorno si sviluppa l'orto giardino.

Alcuni scorci della terrazza; è stata ampiamente utílizzata la rete elettrosaldata come sostegno per i rampicanti

Con quinte in rete di ferro zincato, su cui stanno crescendo rampicanti di varie specie come clematidi, rose e glicini, sono state create varie zone con diverse finalità. Aiuole rialzate, delimitate da un muretto di mattoni, che diventa talvolta sedile, contengono verso il lato esterno alberi da frutto allevati a spalliera come: albicocchi, susini, peri e meli, che creano un muro verde e nascondono ad occhi indiscreti i momenti di sosta, ricreazione e riposo. Al centro delle aiuole i fiori si mescolano all'insalata o ai rossi pomodori che nulla hanno da invidiare ai vivaci fiori annuali. Il piumoso verde delle carote fa da sfondo a smaglianti gerani ed il giallo intenso dei tagetes si accompagna alle foglie verde-argenteo dei cavoli.

Alcuni angoli della terrazza

Una pergola, ricoperta da tralci di vite e kiwi, posta lungo tutta la terrazza, filtra i raggi del sole, dando una piacevole sensazione di verde continuo. Alcuni tavolini e sedie da giardino completano l'arredamento del terrazzo. I lavori di manutenzione sono quelli che si devono ad un orto-giardino di campagna, con la differenza della comodità di collocazione, la possibilità di utilizzo costante e la sovrabbondanza di manodopera entusiasta.
Inoltre la realizzazione di questo "ortogiardino pensile" ha permesso di usufruire in maniera originale di uno spazio che altrimenti sarebbe rimasto inutilizzato.