Tetto verde: inverdimento industriale

  POSA IN OPERA SU GRANDI SUPERFICI Vegetazione con Sedum o erbacee perenni Zincohum (10 l./mq.) Zincolit (50 l./mq.) oppure terriccio tipo "E" (min. 80 l./mq.) Strato filtrante SF FLORATEC […]

 

POSA IN OPERA SU GRANDI SUPERFICI

Vegetazione con Sedum o erbacee perenni

Zincohum (10 l./mq.)

Zincolit (50 l./mq.) oppure terriccio tipo "E" (min. 80 l./mq.)

Strato filtrante SF

FLORATEC SF 50

Feltro di protezione e accumulo SSM 45

 

Nota :in caso di impermeabilizzazione non antiradice: foglio antiradice WSF 40 aggiuntivo.

Da ca. 10 cm. Altezza stratificazione
Da ca. 74 Kg/mq. Peso in massima saturazione idrica
Da ca.18 l./mq. Capacità di accumulo idrico.

· Strato protettivo ecologico sostitutivo della protezione in ghiaia secondo normativa DIN 18 195 T 10.

· Inverdimento semplice, basso, leggero ed a manutenzione ridotta; adatto per grandi superfici.

· L'inverdimento è possibile anche con idrosemina.

· La stratificazione è resistente al fuoco portato (resistenza all'accensione) ed è da considerare, per la protezione antincendio, alla stregua di una "copertura rigida" secondo la normativa DIN 4102 T 7.

· Lo strato drenante risponde alla prescrizione della normativa DIN 4095.

· Il peso del sistema, compresa la vegetazione, è di ca. 75 Kg./mq. (con substrato Zincolit).

PROBLEMI PARTICOLARI

Nel collegamento al bordo delle coperture occorre rispettare una distanza di ca. 10 cm. (5 cm. con inclinazione superiore a 5 gradi) dalla superficie dello strato drenante all'ancoraggio. Il bordo del tetto dovrebbe essere protetto da una copertina con pendenza verso il tetto. I feltri protettivi e i fogli antiradice (dove previsti) devono essere riportati verticalmente e ancorati.

Collegamento al bordo del tetto

 

In corrispondenza di elementi costruttivi verticali l'ancoraggio deve essere posto a ca. 15 cm. (10 cm. con inclinazione della copertura superiori ai 5 gradi) sopra alla superficie della stratificazione. Ricorrendo alla guida FZ, come indicato a lato, è possibile rendere la chiusura superiore dei raccordi impermeabile alla pioggia.

Raccordo a parete

 

Il drenaggio dei tetti piani avviene di norma con scarichi in dimensioni e quantità da determinare in base alla normativa DIN 1986. Con i pozzetti di controllo si garantisce che gli scarichi siano sempre ispezionabili e si possa, al bisogno, effettuarne la manutenzione. Un bordo in ghiaia posto intorno ai pozzetti li protegge da un eccessivo sviluppo della vegetazione.

Scarico della copertura con pozzetto di controllo

 

Il bordo superiore dell'anello di rialzo del lucernario dovrebbe trovarsi almeno 15 cm. sopra alla superficie della stratificazione. Una striscia di sicurezza di almeno 50 cm. in materiale minerale garantisce che il tetto verde venga riconosciuto come "copertura rigida".

Lucernari

 

Posizionamento di piastre per la protezione
degli angoli su edifici alti

 

 

Piastre in cls come appesantimento assicurano, sui bordi e negli angoli, che le stratificazioni per l'inverdimento, posate senza fissaggio, non vengano sollevate a causa del vento (vedi DIN 1055 parte 5).
Sulla superficie si può aumentare la stabilità di substrati appena distribuiti e delle semine di talee fresche ricorrendo all'utilizzo di reti di juta a maglia larga.
Ambedue le misure di sicurezza sono necessarie, nella norma, su edifici con altezza superiore ai 20 m.

ESEMPIO DI CAPITOLATO

 

Testo di offerta.

1. Strato protettivo
 

Posizione aggiuntiva in caso di impermeabilizzazione non resistente alle radici:
Foglio antiradice ZinCo WSF 40, in polietilene, resistente al bitume, privo di sostanze plastificanti, stabile ai raggi ultravioletti.
Fornitura e posa in opera sopra all'impermeabilizzazione secondo le prescrizioni del produttore.
………………………………………………..mq

Feltro protettivo e di accumulo ZinCo SSM 45, in fibra sintetica immarcescibile, come strato di protezione meccanica a normativa DIN 18195 T 5.
Fornitura e stesura sul foglio antiradice oppure sull'impermeabilizzazione resistente alle radici con una sovrapposizione di 10 cm, compresi i risvolti laterali.
………………………………………………..mq

2. Strato drenante

Floratec FS 50, elemento drenante in polistirolo espanso rigido, privo di fluoro-derivati, spessore 50 mm, conforme alla normativa DIN 4095, con aperture per l'areazione e la diffusione e con canalizzazione per il drenaggio realizzata sulla faccia inferiore.
Fornitura e montaggio secondo le indicazioni del produttore.
………………………………………………..mq

Strato filtrante ZinCo NF, in polipropilene precompresso e incrudito a caldo, resistente alla marcescenza, permeabilità idrica adatta alla stratificazione.
Fornitura, stesura e fissaggio sugli elementi drenanti con una sovrapposizione di 20 cm.
………………………………………………..mq

Pozzetto di controllo ZinCo KS 10, in metallo leggero, con collari per il collegamento allo strato protettivo, capacità di deflusso secondo normativa DIN 1 986, adatto per stratigrafie fino a cm. 12.
Fornitura e montaggio in corrispondenza degli scarichi.
………………………………………………..mq

3. Substrato

Zincolit, substrato minerale per inverdimenti estensivi, prodotto con laterizi e pomice riciclati, corrispondente alle direttive dell'FLL, resistente al fuoco portato (resistenza all'accensione) a normativa DIN 4102 parte 7, resistente al gelo e a struttura stabile.
Fornitura e stesura. Quantità: 50 l/mq.
………………………………………………..mq

Zincolit oppure ghiaia 16/32 per la realizzazione di strisce di sicurezza lungo gli ancoraggi e i raccordi a parete, intorno ai passaggi nella copertura, intorno agli scarichi e per la formazione di strisce parafuoco. Fornitura e stesura
Altezza:……….cm.,larghezza:………cm.,………..mq

4. Vegetazione

Talee di Sedum, secondo lista allegata.
Fornitura e distribuzione compresa pacciamatura in Zincohum o terriccio "E", e manutenzione fino alla consegna.
Quantità: talee di Sedum: 50/80 g./mq.; Zincohum o terriccio "E": 10-15 I./mq.
………………………………………………..mq

Piante erbacee perenni in vaso, secondo la lista allegata. Fornitura e posa a dimora, irrigazione e manutenzione fino all'attecchimento delle piante.
Quantita: min. 18 pz./mq.;
………………………………………………..mq

Nota: Dopo l'attecchimento delle piante è opportuno garantire la necessaria cura mediante un contratto di manutenzione.