Tetto verde: inverdimento intensivo

  Sostituire le grigie coperture in ghiaia, cemento ed asfalto.. con inverdimenti estensivi è sicuramente un ottimo sistema per contrastare la cementificazione dei nostri insediamenti urbani. Anche tetti e garage […]

 

Sostituire le grigie coperture in ghiaia, cemento ed asfalto.. con inverdimenti estensivi è sicuramente un ottimo sistema per contrastare la cementificazione dei nostri insediamenti urbani. Anche tetti e garage sotterranei, se correttamente progettati, possono essere utilizzati come terrazze, giardini, parcheggi, aree per il gioco, lo sport.
Premesse necessarie sono che la portata delle solette sia idonea, che siano predisposte opportune protezioni anticaduta e che la stratificazione sia progettata in modo da non influire sulle funzioni della copertura (impermeabilità, isolamento termico, drenaggio delle acque in eccesso .. )
L'adozione di materiali appropriati ed un'esecuzione impeccabile sono essenziali. Eventuali errori o danni sono, negli inverdimenti intensivi, di difficile localizzazione e di riparazione molto costosa.

L'inverdimento intensivo sui tetti
Nell'inverdimento intensivo delle coperture viene impiegato solo il sistema a più strati perché servono alti spessori di substrato.
I giardini pensili prevedono un utilizzo intenso e continuo; Tetto Verde ha, per questo sviluppato il sistema Floradrain FD 60, che rappresenta una struttura solida e resistente ai carichi. Tappeti erbosi, aiuole o macchie di cespugli e alberature possono essere realizzati contemporaneamente a percorsi pedonali e carrabili con cordonate, plinti, panchine, pergole.
Floradrain FD 60 consente una gran libertà di progettazione. Sugli elementi Floradrain è possibile gettare direttamente fondazioni in calcestruzzo o magrone senza interferire sul sistema drenante e indipendentemente dalla localizzazione degli scarichi.
FD 60, oltre a fornire drenaggio ed accumulo d'acqua piovana negli incavi superiori, consente l'applicazione del sistema di irrigazione mediante accumulo di falda. In questo caso occorre che la copertura venga progettata priva di pendenza.

Tappeti erbosi, erbacee perenni; con altezza del substrato maggiore anche cespugli e alberi.

Terriccio per giardino pensile "I".

Telo filtrante SF

FLORDRAIN FD 60 riempito con Zincolit (27 l./mq).

Feltro protettivo e isolante ISM 50

   

Ca. 21 cm. Spessore stratificazione
Ca. 287 cm. Peso in massima saturazione idrica
Ca. 75 l./mq. Capacità di accumulo idrico.

Annotazioni:
in caso di impermeabilizzazioni non antiradice posare guaina aggiuntiva antiradice WSB 80.

 

 

  • Stratificazione per utilizzo intensivo con forti sollecitazioni: per tappeti erbosi, erbacee perenni; con maggiori stratificazioni di substrato idoneo anche per cespugli ed alberi. E' possibile la riserva di falda.

  • Il sistema si presta anche per la realizzazione di passaggi pedonali, terrazze, aree di gioco e passaggi carrabili.

  • Il drenaggio risponde alle prescrizioni della normativa DIN 4095.

 

 

Inverdimento pensile con sistema Elastodrain EL 200L'inverdimento intensivo sui garage sotterranei
Sulle coperture dei garage da inverdire, con cespugli ed alberi, si impiegano spessori di substrato di 40 – 50 cm. o più. Quando la portata lo consente, la distribuzione del substrato si può eseguire con macchine operatrici. Premessa indispensabile, in questo caso, è che l'impermeabilizzazione sia assolutamente protetta contro i danni meccanici.
Zin|Co ha sviluppato e prodotto l'elemento drenante e di protezione Elastodrain EL 200 in caucciù massiccio riciclato. Con il telo filtrante TG, Elastodrain EL 200 forma un efficace strato drenante a normativa DIN 4095, percorribile con pale gommate e resistente alle sollecitazioni di taglio.
Sull'elemento Elastodrain, oltre all'inverdimento, è possibile posare altre strutture, come pavimentazioni pedonabili o carrabili, superfici per campi gioco.. E' utile ricordare che anche l'elemento Floradrain FD 60 si può utilizzare per la copertura di garage sotterranei quando si desidera realizzare un'irrigazione con accumulo di falda.

 

Tappeti erbosi, erbacee perenni; con altezza del substrato maggiore anche cespugli e alberi.
.

Terriccio per giardino pensile "I".

.

Zincolit (100 l/mq.)

Telo filtrante SF

ELASTODRAIN EL 200 Telo divisorio e di scorrimento TGF 20

Ca. 27 cm. Spessore stratificazione
Ca. 410 cm. Peso in massima saturazione idrica
Ca. 90 l/mq. Capacità di accumulo idrico.

Con impermeabilizzazione non antiradice: guaina antiradice WSB 80 aggiuntiva

 

  • Struttura per forti spessori di terra su coperture, dotate di impermeabilizzazione antiradice e resistente ai carichi, sulle quali si voglia trasportare il substrato con pale gommate.

  • Adatto anche per impianti con viali pedonali, terrazze, campi gioco, passaggi carrabili, es. accessi per vigili del fuoco…

  • Lo strato protettivo drenante risponde alle prescrizioni della normativa DIN 409 e 18 195.

 


Pavimentazioni, terrazze

Pavimentazioni pedonali su coperture che presentano una pendenza minima dell' 1%, possono essere realizzate in diversi modi:

  • in cubetti, clinker, piastre in cls o pietra naturale posate su magrone (difficili da posare senza difetti),

  • in piastre per pavimentazione o elementi prefabbricati posati letto di sabbia o pietrisco oppure su elementi drenanti riempiti con Zincolit,

  • oppure, se è disponibile un piano d'appoggio sufficientemente regolare e stabile, in piastre prefabbricate posate su supporti (esempio strisce di Elastodrain).

 

 

L'esperienza dimostra come le piastre per pavimentazione, posate su sottofondo drenante e con sufficienti fughe esposte alle sollecitazioni delle intemperie, particolarmente al gelo, si comportano declsamente meglio di quelle posate a tutta superficie e collegate tra di loro in modo rigido.
Sulle impermeabilizzazioni bituminose, si può e su quelle sintetiche si deve prevedere l'interposizione di uno strato di protezione. Indipendentemente da ciò, anche per migliorare l'isolamento acustico, è raccomandabile la posa di protezioni elastiche sotto alle pavimentazioni.

Pavimentazioni carrabili
Sulle coperture soggette a sollecitazioni da carichi o traffico veicolare, occorre sovrapporre all'impermeabilizzazione una piastra per la ripartizione del carico dimensionata in base alle varie esigenze. Per evitare che l'impermeabilizzazione sia sollecitata da forze di trazione, occorre inserire almeno due strati di separazione oppure uno strato di separazione ed uno di protezione. Eventuali spinte, ad esempio quelle generate dalla frenata dei veicoli, devono essere indirizzate direttamente alla struttura della copertura, mediante stabili elementi di contenimento.

 

La dimensione dei singoli elementi di pavimentazione, delimitati dalle fughe, dipende dalla previsione del carico e delle forze di spinta generate dal traffico veicolare; inoltre dipende dalla pendenza, dai coefficienti di dilatazione termica e di contrazione.
La dimensione delle piastre non dovrebbe, in generale, essere superiore a m. 2,50 x m. 2,50. Nel caso di strati di protezione in cls o piastre di cls su manto impermeabile occorre prevedere, in corrispondenza dei bordi o delle zone di fissaggio, delle fughe o delle strisce di bordatura per impedire danni all'impermeabilizzazione.
Occorre controllare la qualità del calcestruzzo per evitare la sinterizzazione da deposito negli scarichi.
Con Floradrain FD 60 ed Elastodrain EL 200, Tetto Verde offre due differenti possibilità di applicare piastre per la ripartizione del peso senza pregiudicare la funzione di protezione dell'impermeabilizzazione oppure la funzione drenante.

Bordi/ancoraggio a parete/falda
 

E' possibile realizzare inverdimenti intensivi con alti spessori di stratificazione anche con bordi di contenimento bassi.
Il giardino può essere delimitato con angolari in cls mentre lo strato drenante FLORADRAIN, passante, garantisce un sicuro drenaggio della superficie e dei bordi. Quando i giardini pensili sono accessibili alle persone devono essere provvisti di protezioni anticaduta (ringhiere – balaustre .. )

 

Collegamento al bordo del tetto con contenimento basso

 

Durante i temporali spesso cade sulle facciate una quantità di pioggia maggiore di quanto si pensi.
E' possibile risolvere questo problema, con la posa di canalette che scaricano direttamente nello strato drenante.

 

Collegamento a parete con canaletta di drenaggio

 

Nei giardini pensili, talvolta, è opportuno accumulare la maggior quantità possibile di acqua piovana, per ridurre la necessità di irrigazione. La rete di canali ricavata sulla faccia inferiore del FLORADRAIN FD 60 consente una altezza di falda di 4 cm.
Questo si può ottenere con il montaggio di un elemento di invaso sopra allo scarico della copertura.
I pozzetti di controllo rendono possibile l'ispezione per gli interventi di manutenzione e l'asporto invernale del coperchio di invaso.

 

Pozzetto di controllo con falda

 

 

Passaggio pedonale con contenimento per il verde

 

Passaggi pedonabili e pavimentazioni si possono liberamente integrare nel giardino pensile. Lo strato protettivo e lo strato drenante FLORADRAIN FD 60 formano un piano continuo; al posto del substrato viene posata la pavimentazione, in elementi o in pietra naturale, su un sottofondo di Zincolit, ghiaia oppure magrone.
Si possono realizzare contenimenti di vario genere utilizzando, es., tavole in legno impregnato, cordoli in cls, angolari o simili.

 

Pavimentazione carrabile con contenimento per il verde

 

Il FLORADRAIN FD 60, con il suo sistema inferiore di canali, può essere posto in opera come una "armatura a perdere". In questo modo è possibile realizzare spessori in cls di fondazione per i più diversi elementi costruttivi, come pergole, apparecchiatura di condizionamento, balaustre.. senza danneggiare l'impermeabilizzazione del tetto. La stessa pavimentazione carrabile può essere realizzata in masselli di cls.
Le combinazioni tra inverdimenti intensivi ed estensivi sono possibili.

Peso veicolo
(Q,li)

Sottofondo in cls B
15 (cm.)

Armatura 500/550
(strato inferiore)

60

7

Q 257

45

7

Q 221

30

7

Q 221

16

7

Q 221

6

Q 257

9

6

Q 221

6

6

Q 221

 

5

Q 257

3

5

Q 131

Prevedendo adatte armature (vedere tabella) è possibile fare transitare autocarri pesanti fino a 60 Q.li. Possono quindi passare automezzi dei vigili del fuoco, ad es. sulla copertura di un garage sotterraneo, senza interrompere il drenaggio.

 

Raccordo a parete/drenaggio

In corrispondenza dei raccordi i flessibili fogli di Elastodrain possono essere ripiegati verso l'alto, fissati e protetti con opportuni profili.
L'altezza di ancoraggio, dovrebbe essere di 15 cm. sopra alla superficie della stratificazione.
Una striscia di ghiaia lavata, sulla quale potrebbero essere appoggiate delle piastre per camminamento (come nel disegno a fianco) garantisce che l'acqua di forti rovesci contro le facciate possa sempre defluire nello strato drenante. Inoltre, in questo modo, è sempre possibile controllare facilmente la zona dell'ancoraggio.

Raccordo a parete, camminamenti

Per migliore controllo e pulizia occorre prevedere dei pozzetti in corrispondenza degli scarichi.
Tetto Verde fornisce pozzetti di controllo in diverse altezze rendendo possibile l'adattamento a qualsiasi altezza di stratificazione. I pozzetti vengono posati, liberi, sopra agli usuali scarichi in commercio.
Intorno ad ogni pozzetto di controllo dovrebbe essere realizzata una striscia di ghiaia lavata, oppure di Zincolit per proteggere questa zona da un'eccessiva crescita della vegetazione.

Scarico della copertura con pozzetto di controllo

Se gli scarichi della copertura sono situati nell'area di pavimentazioni, i pozzetti di controllo possono essere sostituiti con griglie di drenaggio. Le misure delle griglie ricalcano il formato delle piastre per pavimentazione (20 x 40, 40 x 40 oppure 50 x 50 cm.).
In questo modo si garantisce un efficace drenaggio sia sulle pavimentazioni che sullo strato drenante.
E' possibile regolare facilmente l'altezza delle griglie di scarico con l'ausilio di un cacciavite.
(Da ca. 6 fino a 9 cm.).

Griglia di scarico regolabile in altezza per pavimentazione in piastre

 

Delimitazioni, sabbiere, ancoraggi.

Mediante l'utilizzo di angolari, travetti in legno impregnato oppure appositi profili, per es. in fibrocemento, è possibile delimitare tra di loro zone diverse: superfici intensive ed estensive, passaggi pedonali e strisce in ghiaia.
Di regola occorre operare in modo che sotto alle delimitazioni permanga l'effetto di protezione e di drenaggio. Ciò si può ottenere appoggiando le delimitazioni su Elastodrain oppure su altro elemento drenante. Una compartimentazione si rende necessaria quando si voglia irrigare singolarmente le singole zone.

Delimitazione con elementi angolari in cls

Sui tetti non è consigliabile conficcare tutori per ancorare le piante! Il pericolo per l'impermeabilizzazione sarebbe troppo grande.
Una possibilità per assicurare piante o cespugli appena posti a dimora contro il vento è offerta da reti in acciaio (dimensioni maglia 7 x 7 mm.) oppure, da prefabbricati in cls forati, per tappeto erboso, posti nel substrato. A questi elementi si possono ancorare le piante come nel disegno accanto.

Inserimento di griglie stabilizzant

Sopra a garage sotterranei oppure sopra a coperture dotate di apposite protezioni anticaduta è senz'altro possibile realizzare aree gioco con scivoli o sabbiere, La delimitazione di una sabbiera dalla zona a vegetazione si può realizzare con travi in legno impregnato. La protezione dell'impermeabilizzazione in queste zone critiche viene aumentata mediante la posa di piastre in cls sopra alle lastre di Elastodrain

Superfici in sabbia per il gioco

 

Schema di capitolato
 

Testo di offerta

Strato protettivo Posizione da utilizzare con impermeabilizzazione non antiradice
Guaina antiradice Zin|Co WSB 80 LB, in PVC morbido resistente agli olii e alle sostanze bituminose secondo la normativa DIN 18195, spessore 0,8 mm, verificata secondo il sistema FFL.
Fornita e posta in opera sull'impermeabilizzazione secondo le indicazioni del produttore.
………………………………………………………….. mq

Feltro di protezione isolante Zin|Co ISM 50, in tessuto sintetico immarcescibile, gommato sulla faccia inferiore, come protezione meccanica e per l'accumulo di acqua e sostanze nutritive, conforme alla normativa DIN 1819 parte 5.
Fornito e posto in opera sulla guaina antiradice o sull'impermeabilizzazione antiradice con una sovrapposizione di 10 cm, compresi i risvolti verticali. Spessore: ca. 5 mm.,
peso: ca. 700 g/mq.
………………………………………………………….. mq

Strato drenante
Floradrain FD 60, elemento di drenaggio e accumulo idrico in polietilene, altezza mm. 60, provvisto di incavi per l'accumulo dell'acqua e di fori per l'areazione e la diffusione, con sistema di canali di drenaggio sulla faccia inferiore per la rispondenza alla normati-va DIN 4095, adatto per un accumulo di falda fino a 4 cm.
Fornito e montato secondo le indicazioni del produttore.
………………………………………………………….. mq

Zincolit, materiale sfuso, esclusivamente minerale a base di laterizi e pomice riciclati, per il riempimento degli elementi drenanti, impiego: ca. 27 I/mq.
Fornito e posato.
………………………………………………………….. mq

Telo filtrante Zin|Co SF, in polipropilene precompresso e incrudito termicamente, resistente alla marcescenza, permeabilità all'acqua idonea alla stratificazione del sistema. Fornito e posato sugli elementi drenanti con una sovrapposizione di 10 cm.
………………………………………………………….. mq

Substrato Terriccio per giardino pensile "I", miscela di substrato per inverdimenti intensivi. Fornitura e stesura a regola d'arte in uno spessore di:
ca. 10/20 cm. (tappeti erbosi, erbacee perenni,..)
ca. 25 cm. (piccoli arbusti fino 1 m.)
ca. 30 cm. (cespugli fino a 3 m.)
ca. 50 cm. (grandi cespugli e alberi fino a 10 m.)
compreso fattore di compattazione
………………………………………………………….. m

Vegetazione
Messa a dimora a regola d'arte delle piante come da progetto oppure secondo le indicazioni della D.L.

 

Schema di capitolato
 

Testo di offerta

Premessa per l'applicazione del sistema di inverdimento "garage sotterraneo" è la presenza di una guaina impermeabile antiradice resistente ai carichi. Strato di protezione e drenaggio
 

Foglio di separazione e scorrimento ZiniCo TGF 20 in polietilene ad alta densità, spessore 0,2 mm., resistente alle sostanze bituminose.
Fornitura e posa in opera sopra alla impermeabilizzazione con una sovrapposizione di ca. 10 cm.
………………………………………………………….. mq

Elastodrain EL 200, elemento di protezione drenante carrabile in caucciù massiccio riciclato con rilievi su una faccia, aperture per il passaggio dell'acqua e l'areazione degli apparati radicali, capacità drenante rispondente alla normativa DIN 4095, peso ca. 10 kg./mq., altezza totale ca. 20 mm.
Fornitura e posa sopra all'impermeabilizzazione secondo le indicazioni del produttore
………………………………………………………….. mq

Telo fíltrante Tetto Verde TG in polipropilene precompresso e incrudito a caldo, resistente alla marcescenza, permeabilità idrica commisurata al sistema di stratificazione. Fornitura e posa con una sovrapposizione di 10 cm.
………………………………………………………….. mq

Substrato
Zincolit, materiale sfuso puro minerale, prodotto dal riciclaggio di laterizi e pomice, con struttura stabile e resistente al gelo, salinità < 2 g./l, permeabilità idrica > 0,1 cm./s. Fornitura e stesura sopra al telo filtrante.
Quantità: 10 cm.
………………………………………………………….. mq

Terriccio per giardino pensile "I", miscela di substrato per inverdimento intensivo, fornitura e stesura a regola d'arte in spessori di:
ca. 20 cm. (tappeti erbosi, erbacee perenni)
ca. 25 cm. (piccoli cespugli, fino a 1 m.)
ca. 35 cm. (cespugli fino a 3 m.)
ca. 50 cm. (grandi cespugli e alberi, fino a 10 m.)
compreso fattore di compattazione
………………………………………………………….. mq

Vegetazione
Impianto secondo progetto oppure secondo indicazione della D.L. compresa la fornitura e posa a dimora a regola d'arte delle piante.
Manutenzione dell'inverdimento intensivo fino ad attecchimento della vegetazione secondo normativa DIN 18 196 …………… a corpo ………