Torna per il terzo anno FloraCult, mostra mercato di florovivaismo amatoriale

Dal 27 al 29 aprile a Roma I Casali del Pino - Via Giacomo Andreassi n. 30 (La Storta, Via Cassia km 15)

Anche quest’anno un programma fitto di eventi, conferenze e incontri che offrono spunti per dar voce sempre di più alla natura.

Diversi edifici del borgo saranno finalmente fruibili dopo un’attenta ristrutturazione conservativa ed ecosostenibile, offrendo la possibilità di un percorso dentro I Casali del Pino e nell’affascinante area paesaggistica ed archeologica del Parco di Veio. Nelle intenzioni della sua fondatrice, l'azienda agricola, da anni convertita al biologico è destinata a diventare un vero e proprio laboratorio di idee che offre l'occasione per stimolare e diffondere sempre più la passione del verde. Tre giorni di immersione totale nella cultura della natura saranno un’opportunità di aggregazione e condivisione per gli appassionati, ma anche di curiosità per chi si avvicina da non esperto alle piante e al mondo dell’ecologia sostenibile.

 

Tema di questa edizione l’acqua: esperti insegneranno a realizzare uno stagno o per chi ha piccoli spazi come un terrazzo a creare uno specchio d’acqua, mentre allo stesso tempo l’associazione Eugea ci spiegherà il modo di  affrontare il problema delle zanzare in modo naturale. Alcuni  espositori mostreranno come creare giardini consumando poca acqua, con piante adatte a luoghi siccitosi che assicurano il successo con una manutenzione minima.

Marina Cogotti, Direttrice di Villa d’Este di Tivoli, parlerà dell’acqua come spettacolo, narrando la storia del primo giardino delle meraviglie in cui l’acqua è la protagonista di un percorso multisensoriale.

Con oltre  100 vivaisti provenienti da tutta Italia non mancheranno piante insolite (ad es. il  Sapindus Mukorossi, l’albero del sapone originario dell’India) fiori rari (come l’antichissima rosa cinese, Tian Nu Guang dal profumo di tè immortalata in vari ritratti risalenti alla Dinastia Ming). In programma anche conferenze e incontri con personaggi ed esperti del mondo del verde, lezioni gratuite di giardinaggio offerte dalla Camera di Commercio di Roma e consulenze di Elvira Imbellone e dell’Associazione ADIPA.

Il Parco di Veio, (uno degli enti patrocinatori della mostra) presenterà inoltre attraverso l’intervento del Commissario Straordinario Massimo Pezzella il protocollo d’intesa Il Parco di Veio: Natura, Archeologia e Tradizioni popolari come terapia, un accordo nato tra il Parco e gli Istituti Fisioterapici Ospitalieri di Roma, per offrire gratuitamente ai pazienti dei reparti oncologici, ai loro familiari e al personale che li segue nelle terapie, un programma di visite guidate nel Parco, allo scopo di  migliorarne la qualità della vita.

Saranno presenti inoltre AIDOS (Associazione Italiana Donne per lo Sviluppo), organizzazione non governativa che si occupa di diritti umani delle donne e ambiente nei paesi in via di sviluppo e, per la prima volta, OXFAM Italia con la sua campagna Coltiva, volta a promuovere un sistema che  renda il cibo, la vita e il pianeta più equi e sostenibili investendo sui piccoli agricoltori  e la Fondazioni Umberto Veronesi, che sostiene la ricerca ed  è impegnata nell’ambito della divulgazione scientifica.

 

Con il patrocinio di: Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Regione Lazio Assessorato all’Agricoltura, Provincia di Roma, Roma Capitale, Ama, Parco di Veio.

Con il Contributo della Camera di Commercio di Roma