Tre eventi da maggio ad agosto a Casola Valsenio, nel Giardino delle Erbe e non solo

Eventi all’insegna della natura e della tipicità, unici nel loro genere



Sono diverse le città d’Italia che possono vantare di essere le Capitali mondiali di un aspetto particolare o di una nicchia. Uno di questi titoli va sicuramente al paese di Casola Valsenio, in provincia di Ravenna, che può fregiarsi del titolo di Paese delle erbe e dei frutti dimenticati. Un titolo (che è anche un marchio depositato) conquistato sul campo per le sue bellezze naturali e per l’attenzione rivolta all’ambiente ma anche per gli eventi verdi che animano il borgo nel corso dell’anno.

Nel periodo tardo primaverile ed estivo sono proposti ben 3 appuntamenti: Erbeinfiore il 26 e 27 maggio, La giornata della Lavanda il 23 giugno e il Mercatino serale delle erbe, tutti i venerdì dal 6 luglio al 24 agosto.

La gastronomia della zona, e in particolare quella di Casola Valsenio, non poteva non essere influenzata da questa passione per le erbe e le piante aromatiche, tant’è che il Giardino delle erbe e i ristoranti del paese danno vita all’iniziativa Erbe in fiore, prevista nella giornate del 26 e 27 maggio.
Il programma prevede passeggiate per riconoscere gli alberi e le erbe del Giardino, il mercatino dei prodotti con i fiori officinali per la cucina e l’erboristeria (solo domenica), visite guidate al Giardino delle erbe, incontri con esperti e specialisti del settore, la presentazione dell’edizione 2012 del mercatino serale delle erbe e dei menù ai fiori officinali, che in questo periodo saranno disponibili nei ristoranti della zona, un laboratorio per imparare la corretta preparazione di alcuni estratti con erbe e fiori, un laboratorio per la preparazione di ricette a base di erbe e fiori.

Al Giardino delle erbe e nel centro storico di del paese il 23 giugno si svolgerà la Giornata della Lavanda.
La lavanda è il simbolo di Casola Valsenio tant’è che le è stata dedicata anche una strada: l’idea di percorrere a piedi, in auto, in bicicletta le vie di collina con il profumo della lavanda era sicuramente di grande interesse e un sogno che si è coronato nel 1991. Lungo questa strada, ovviamente, si trova anche il Giardino delle erbe.
Per la giornata del 23 giugno sono in programma: visite guidate ai lavandeti accompagnati da esperti botanici che illustreranno le varie cultivar presenti nel giardino, le proprietà e gli impieghi dell’olio essenziale che si estrae da queste piante.
Dalle ore 15 alle 18 prenderà vita una dimostrazione pratica di idrodistillazione e distillazione in corrente di vapore di una cultivar di lavanda.
Alle ore 18.30 ci si trasferisce alla Chiesa Parrocchiale Santa Maria Assunta per la tradizionale cerimonia della Benedizione dello Spigo e distribuzione della lavanda. Infine la serata, sempre al Giardino, sarà animata da un concerto e allietata da un rinfresco.

Nei venerdì di luglio e agosto, fino al 24, dalle ore 18 alle 24, il centro storico di Casola Valsenio ospita l’evento di punta dell’estate casolana, l’originale Mercatino serale delle erbe.
Si tratta di un’importante mostra-mercato, sicuramente unica nel panorama nazionale, di piante officinali e degli estratti utilizzati nella cosmesi, nella medicina e nella gastronomia. Inoltre, nel corso delle serate prendono vita incontri e conferenze sulla coltivazione e l’uso di queste piante.
In concomitanza del Mercatino i ristoranti casolani propongono interessanti e gustosi menù ed assaggi a base di erbe.

Il Giardino delle Erbe è un giardino botanico con l’obiettivo di conservare e coltivare piante di interesse medicinale e aromatico.
Di proprietà della regione Emilia Romagna, dal 2000 è gestito dal Comune di Casola Valsenio, con la collaborazione della Cooperativa Montana Valle del Senio e della Soc. di Area.
È stato inaugurato nel 1975, ma il giardino delle erbe ha radici ben più lontane. Nasce nel 1938 grazie al professore Augusto Rinaldi Ceroni, a cui oggi è intitolato, allora direttore della scuola di avviamento professionale di tipo agrario, che ottenne dalle autorità scolastiche e il permesso di adibire a campo sperimentale di piante originali, una parcella di terreno concessa dal Comune alla scuola per le esercitazioni degli alunni.
Entrato a far parte del Sistema Museale della Provincia di Ravenna nel 2003, il Giardino ha sempre svolto un importante funzione didattica e divulgativa, garantendo la conservazione di oltre 400 specie di erbe officinali e aromatiche, autoctone e non.

Oggi il Giardino delle Erbe occupa quattro ettari di terreno ed è una mostra permanente di piante aromatiche, medicinali, da essenza, da cosmesi e mellifere.

 

Per maggiori informazioni

http://www.ilgiardinodelleerbe.it/