Villa Carlotta

Consigliata da Grandi Giardini Italiani

Incastonata tra alte montagne e incantevoli scorci sulla penisola di Bellagio, Villa Carlotta sorge sulla sponda occidentale del Lago di Como ed occupa una superficie di oltre 70.000 metri quadrati. Favorito dalla fertilità del terreno dovuta al deposito, da parte di antichi ghiacciai, di un sedimento particolarmente acido, il Parco di Villa Carlotta è famoso per la stupefacente fioritura primaverile dei rododendri e delle azalee in oltre 150 varietà.

La visita è comunque interessante in tutti i momenti dell’anno: in autunno riserva ai visitatori uno spettacolare foliage. Proprio per guidare il pubblico alla scoperta di questo spettacolo autunnale, dall’1 al 13 Novembre si svolgeranno i laboratori autunnali per gruppi e famiglie “FOLIAGE i bellissimi colori dell’autunno nel Parco di Villa Carlotta” che porteranno i visitatori a scoprire la bellezza del Parco in autunno, ricordando come, per le piante, la stagione fredda sia solo un momento di aspra esistenza nel corso della quale l’adattamento è l’unica soluzione possibile al variare delle condizioni ambientali. In abbinamento alla visita viene proposta un’attività di laboratorio, per approfondire con occhio curioso ed attento il tema dei pigmenti che colorano l’autunno in un itinerario tra antichi esemplari di camelie, cedri e sequoie, cipressi, platani immensi, faggi purpurei ed essenze esotiche.

Visitando il giardino roccioso, la valle delle felci, il bosco dei rododendri, il giardino dei bambù, il museo degli attrezzi agricoli è possibile ripercorrere l’affascinante storia di Villa Carlotta e del suo Parco. La costruzione della Villa fu iniziata intorno al 1690 dal banchiere milanese Giorgio Clerici, al quale si deve la costituzione del giardino all’italiana che fronteggia la villa, con scalee, balaustre, fontana ed uno straordinario pergolato di agrumi. Nel 1795 la proprietà venne acquistata dall’imprenditore e collezionista Giambattista Sommariva che fece della villa quello straordinario museo ancora oggi visitabile con opere di Canova, Hayez e Thorvaldsen, e al quale si deve la trasformazione della zona collinare dietro l’edificio in parco romantico con grotte, sinuosi sentieri ed improvvisi scorci prospettici. Nel 1843 la proprietà passò alla principessa Marianna di Nassau, che ne fece dono alla figlia Carlotta in occasione delle nozze con Giorgio di Sassonia-Meiningen, cui spetta il merito della formazione e dello sviluppo del giardino paesaggistico, ricco di essenze e varietà, assurto negli anni a fama internazionale.

La Villa ed il Parco sono oggi di proprietà dello Stato Italiano e, dal 1927, sono amministrati dall’Ente Villa Carlotta.

 

Per maggiori informazioni: www.grandigiardini.it – Sezione Eventi oppure tel. 031-756211