Yucca: foglie con maculature

Di frequente è un fungo che provoca queste macchie antiestetiche che, nel tempo, determinano la morte della pianta. Sintomi e metodi lotta.

Il genere Yucca comprende una quarantina di specie, con caratteristiche arbustive.
Sono piante sempreverdi, longeve, con foglie spesse, nastriformi, talora con apice spinoso; esse hanno carattere di rusticità e sono perciò adatte a vivere in terreni sabbiosi ed in luoghi con climi non particolarmente umidi. Una specie frequentemente coltivata è Yucca gloriosa, proveniente dalle regioni calde degli U.S.A.; è un arbusto a crescita lenta, con foglie lunghe ed erette di colore verde scuro e con fiori bianchi e campanulati, riuniti in pannocchie lunghe anche due metri./p>

Insieme di piante di Yucca gloriosa colpite dalla patologia descritta

Yucca con evidenti maculature nelle foglie

Piante di tale specie botanica, di circa 20 anni di età, coltivate da 5 anni nei giardini pubblici di Faenza (RA), hanno in questi ultimi mesi evidenziato una grave malattia crittogamica. Le lamine fogliari più vecchie, quelle poste nella parte più esterna, si presentavano in gran parte disseccate e talora arrotolate su se stesse; su quelle di età intermedia erano evidenti ampie macchie brunastre, di forma allungata o rotondeggiante, talora confluenti in vaste aree di seccume al cui interno erano visibili, anche ad occhio nudo, numerose punteggiature nerastre. Le lamine più giovani infine, quelle poste nella zona centrale, non presentavano ancora i sintomi del disseccamento.
Campioni di foglie prelevati ed esaminati con l'aiuto di un microscopio, hanno rivelato, nella zona delle punteggiature, la presenza di strutture riproduttive fungine, costituite da conidiofori di colore bruno olivastro, cilindrici, portanti alla sommità conidi scuri, molto allungati, settati, con apice appuntito.

Lamine fogliari con necrosi brunastre dovute a
Stigmina concentrica

Lamina in fase di disseccamento

Dalla valutazione degli elementi in possesso abbiamo identificato il micete responsabile della malattia come Stigmina concentrica (= Cercospora concentrica) agente appunto di maculature fogliari, forma conidica di Mycosphaerella yuccae.
Contro tale patogeno, che abbastanza raramente produce danni così gravi su Yucca, si consigliano trattamenti con fungicidi contenenti uno dei seguenti principi attivi: Clortalonil, Fentinacetato, Sali di rame, Tiram, Ziram. I trattamenti vanno effettuati nei periodi primaverili ed autunnali e ripetuti 2-3 volte a distanza di 10-15 giorni. Si consiglia inoltre l'asportazione delle foglie più compromesse che vanno bruciate per evitare il diffondersi dell'infezione.

Particolare di foglia con area necrotica in cui si evidenziano le fruttificazioni del patogeno disposte in cerchi concentrici

Si ringrazia il Dr. Carlo Bazzocchi per la collaborazione.
Foto di D. Bandini e E. Dalla Valle